I biscotti e le merendine più venduti di Barilla e Mulino Bianco

Non dimenticate di scommettere con i vostri amici, prima di cliccare

Mulino Bianco è probabilmente la marca di biscotti e merendine più conosciuta d’Italia: molti sono cresciuti inzuppando i biscotti nel suo famoso coccio, che si otteneva con la raccolta punti, e anche oggi li infilano ogni giorno nello zainetto dei figli per la merenda. Mulino Bianco fu fondata nel 1974 come linea dolciaria di Barilla, e nel 1975 esordì con cinque biscotti: alcuni, come le Pale e i Mugnai, si sono persi nel tempo, altri come Galletti e Tarallucci, sono ancora tra i preferiti dei clienti.

re La prima pubblicità di Mulino Bianco, nel 1975 (archivio storico barilla / ANSA)

Nel tempo Mulino Bianco si è arricchita di decine e decine di biscotti, con farine diverse, cioccolato, frutta secca, che hanno avuto più o meno successo, anche se i preferiti restano quelli da inzuppare a colazione; Barilla è diventato un gruppo industriale sempre più grande, ha inglobato nuovi marchi come Pavesi, introdotto nuove linee come Gran Cereale e ha trasformato il Pan di Stelle, uno dei biscotti di maggior successo di Mulino Bianco, in un marchio a sé, che propone torte, gelati e cereali.

A distanza di 40 anni, questi sono i biscotti e le merendine più venduti di Mulino Bianco e di tutti i marchi controllati da Barilla, compreso il Mulino Bianco, tra grandi classici e successi recenti. I dati sono stati forniti al Post direttamente da Barilla. Per ogni prodotto abbiamo indicato anche il peso, le calorie e il costo (prendendo come punto di riferimento quello del catalogo online di Esselunga).

I biscotti più venduti di Barilla (cioè complessivamente tra Mulino Bianco e altri marchi del gruppo)

3. Macine – Mulino Bianco
I famosi frollini alla panna vennero introdotti nel 1984, a dieci anni dalla nascita di Mulino Bianco. Sono un classico biscotto da inzuppo, per come assorbono il latte e il caffellatte; l’altra accoppiata classica è quella con la Nutella, grazie alla consistenza resistente e al sapore latteo non invadente delle Macine. Anche la forma da ciambellina con il buco in mezzo, dove infilare il dito (o da piccoli la lingua), ha contribuito alla sua fortuna.

Un biscotto pesa 13 grammi e ha 63 calorie
Un pacco da 700 grammi costa 3,03 euro (4,33 al chilo)

2. Pan Di Stelle
Tondi, col cacao e ricoperti di una glassa di sette stelline – ispirata a quella delle Tortorelle – dal 1983 sono tra i biscotti di Mulino Bianco che hanno avuto più fortuna, trasformati in gusti di gelato e torte amatoriali. Nel 1997 le stelline diventarono 11 e nel 2007 uscirono la torta e la merenda, i primi prodotti di quello che sarebbe diventato un marchio autonomo, con gelati, merendine, barrette e cereali.

Un biscotto pesa 7,3 grammi e ha 38 calorie
Un pacco da 700 grammi costa 3,03 euro (4,33 al chilo)

1. Gocciole – Pavesi
Pavesi fu fondata nel 1937 a Novara come azienda di biscotti, i Pavesini. Dal 1954 produce anche i cracker e nel tempo ha inventato la merendina Duetto (1965), i Ringo (1967) e i Togo (1970). Dal 1993 fa interamente parte del gruppo Barilla. Le Gocciole vennero lanciate nel 1984: sono frollini con gocce di cioccolato e fanno parte della linea “Amici del mattino”, i biscotti per la prima colazione; Pavesi puntò molto nel presentarle come il biscotto giusto per iniziare la giornata. Nel 1999 vennero introdotte le Gocciole ai gusti Cappuccino e Gianduia, mentre l’anno seguente fu lanciata la campagna pubblicitaria distintiva delle Gocciole che ha per protagonista una famiglia che vive in una metaforica giungla; nel 2011 arrivò lo slogan «cambia la tua giornata da così a così».

Un biscotto da 12 grammi ha 57 calorie
Un pacco da 500 grammi costa 2,39 euro (4,78 euro al chilo)

I biscotti più venduti del solo Mulino Bianco

5. Abbracci
Nati nel 1987, univano il sapore di panna delle Macine, con cui condividono la forma a ciambella, a quello di cacao dei Pan di Stelle, ma senza le stelline di glassa. Funzionano perché sono ottimi da inzuppare come le Macine ma sono buoni anche così, rubando di soppiatto il mezzo cerchio di cacao e infilando nel pacco l’altra metà.

Un biscotto da 11 grammi ha 54 calorie
Un pacco da 700 grammi costa 3,03 euro (4,33 al chilo)

4. Molinetti
Sono uno dei primi cinque tipi di biscotti di Mulino Bianco, insieme a Tarallucci, Pale, Campagnole e Galletti. Inizialmente erano dei biscottini di pasta frolla rettangolari con un mulino stilizzato sopra, poi nel 2003 si trasformarono completamente in grandi frollini con farina integrale di grano saraceno, farina di fiocchi d’avena e zucchero di canna, puntando molto su friabilità e sapori “semplici e autentici“.

Un biscotto da 15 grammi ha 70 calorie
Un pacco da 700 grammi costa 2,99 euro (4,28 al chilo)

3. Tarallucci
Usciti nel 1975, sono uno dei primi cinque biscotti di Mulino Bianco, insieme a Molinetti, Pale, Campagnole e Galletti. Sono biscotti di pastafrolla con “uova fresche provenienti solo da galline allevate a terra”, precisano da Mulino Bianco. Dopo tanti anni funzionano ancora perché hanno un sapore semplice, sono leggeri e ottimi da inzuppare, perché a molti ricordano l’infanzia e per l’idilliaco mulino del marchio disegnato sopra.

Un biscotto pesa 8,7 grammi e ha 41 calorie
Un pacco da 800 grammi costa 2,99 euro (3,74 al chilo)


2. Galletti
Come i Tarallucci e i Molinetti, anche i Galletti fanno parte del primo gruppo di biscotti venduti da Mulino Bianco, nel 1975. Rettangolari anziché tondi, hanno disegnato sopra un galletto segnavento e tanti granellini di zucchero che si sciolgono in bocca o nel latte, che probabilmente ne hanno fatto la fortuna insieme all’effetto nostalgia (per l’infanzia e per un mondo rustico e perduto in generale). Funzionano anche per il gusto semplice, per la leggerezza e la tenuta nell’inzuppo.

Un biscotto da 7,2 grammi ha 34 calorie
Un pacco da 800 grammi costa 2,99 euro (3,74 al chilo)


1. Macine
Sono al terzo posto dei biscotti più venduti di Barilla – battuti, come abbiamo scritto, da Pan di Stelle e Gocciole – ma al primo di quelli di Mulino Bianco.

Un biscotto pesa 13 grammi e ha 63 calorie
Un pacco da 800 grammi costa 2,99 euro (3,74 al chilo)

(Amazon)

Le merendine più vendute di Mulino Bianco
La linea di merendine del Mulino Bianco fu introdotta nel 1980. Molti associano l’infanzia al famoso Soldino; stando alle vendite, in futuro, i bambini e gli adolescenti di oggi penseranno invece ai Pangoccioli, prodotto relativamente recente e di grande successo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Io C’ero (@io.c.ero) in data:


3. Nastrine
Sono briochine di pasta sfoglia in vendita dalla fine degli anni Ottanta: piacciono per come si sfogliano e per gli zuccherini in superficie; intiepidite leggermente al microonde danno il meglio.

Una pesa 40 grammi ha 184 calorie
Una confezione da 6 pezzi e 240 grammi costa 1,99 euro



2. Pangoccioli
Sono un prodotto recente, uscito nel 2004. Sono semplici paninetti con gocce di cioccolato ma sono diventati così iconici che è pieno di ricette per farli a casa, “buoni come quelli che si comprano”. Vanno bene sia per la colazione che come spuntino, contrariamente a prodotti più connotati come i biscotti da inzuppo o le briochine.

Uno pesa 42 grammi e ha 140 calorie
Una confezione da 8 pezzi e 336 grammi costa 1,85 euro.



1. PlumCake Classico
La versione classica, con lo yogurt, è in vendita dal 1992: è soffice, aromatica e ottima da inzuppare. Ci sono anche una versione integrale, una con gocciole di cioccolato e una della linea “Senza zuccheri aggiunti”.

Quello classico pesa 33 grammi e ha 130 calorie
Una confezione da 10 pezzi e 330 grammi costa 1,99 euro