• Italia
  • giovedì 16 agosto 2018

Atlantia, la società che controlla Autostrade per l’Italia, sta perdendo il 25 per cento in borsa

Atlantia, la società che controlla tra le altre cose l’autostrada A10 dove si trovava il ponte Morandi, sta perdendo il 25 per cento alla borsa di Milano (qui trovate la quotazione aggiornata in diretta). Atlantia controlla al 100 per cento Autostrade per l’Italia, che a sua volta ha in concessione l’autostrada A10. Il governo ha annunciato che intende revocare la concessione «senza attendere i tempi della giustizia penale». Non è chiaro se e come il governo riuscirà nel suo intento, ma nel frattempo in molti si stanno liberando delle azioni della società in loro possesso.

Atlantia è controllata dalla famiglia Benetton, che ha ottenuto le concessioni autostradali nel 1999 acquistandole dall’IRI (una società pubblica). Atlantia ha in concessione circa la metà dell’intera rete autostradale italiana. Le condizioni a cui fu effettuato l’acquisto e i successivi accordi tra la famiglia Benetton e i vari governi che si sono succeduti negli anni sono stato speso criticati, perché accusati di essere troppo generosi nei confronti della famiglia.

Cosa c’entrano le concessioni autostradali con il ponte Morandi?

(ANSA/LUCA ZENNARO)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.