I nudi velati di rosso fotografati da Spencer Tunick

A Melbourne centinaia di persone hanno posato per l'ultima installazione dell'artista

Il set fotografico per l'ultima opera dell'artista e fotografo statunitense Spencer Tunick, Return of the Nude, Melbourne, 9 luglio 2019 (Quinn Rooney/Getty Images)

Centinaia di persone hanno posato a Melbourne, in Australia, per Return of the Nude, la nuova installazione dell’artista e fotografo statunitense Spencer Tunick, specializzato nella fotografia artistica di persone nude, spesso in grandi numeri, in ambientazioni urbane o ambientali. Per quest’ultimo lavoro Tunick ha fotografato centinaia di persone ricoperte solo di un velo rosso, scelte tra le 12mila che si erano offerte come volontari.

Le foto sono state scattate nel parcheggio di un supermercato, con una temperatura di circa 9 gradi centigradi. L’opera è stata realizzata per il festival artistico PROVOCARÉ, che si terrà a Melbourne dal 5 al 15 luglio, per cui tra ieri e oggi Tunick ha organizzato altri set fotografici, usando sempre persone nude ma coperte con veli di altri colori o vernice per il corpo.

Tunick scatta fotografie di nudo di massa dai primi anni Novanta. Alcune delle sue installazioni più conosciute sono state ambientate nel deserto del Nevada e nel Mar Morto, e attualmente sta organizzando un servizio fotografico nel Circolo polare artico, in Norvegia. Tra le installazioni più recenti potreste ricordare le cento donne nude contro Trump, a Cleveland, o i nudi blu nel centro di Hull, in Inghilterra.

Com’è stato fare il “Mare di Hull”, nudi e dipinti di blu

Mostra commenti ( )