• Mondo
  • lunedì 9 Luglio 2018

È morta una delle due persone del nuovo caso di avvelenamento da novichok nel Regno Unito

Nella serata di domenica è morta Dawn Sturgess, una delle due persone ricoverate nel Regno Unito in gravi condizioni in seguito a un avvelenamento da novichok, lo stesso agente nervino usato lo scoro marzo nel tentato assassinio dell’ex spia russa Sergei Skripal e di sua figlia Yulia. La polizia ha annunciato di avere avviato le indagini per omicidio, mentre il compagno di Sturgess, Charlie Rowley, continua a essere in condizioni gravi. L’antiterrorismo e gli altri agenti coinvolti stanno ancora cercando di capire come la coppia sia stata contaminata: la loro abitazione si trova a una decina di chilometri da quella di Skripal, presso Salisbury, città nella contea del Wiltshire sul fiume Avon. Erano stati ricoverati entrambi il 30 giugno scorso.

Dawn Sturgess (Facebook)