(ANSA / MATTEO BAZZI)
  • Italia
  • venerdì 29 giugno 2018

Come si paga con la carta di credito la metropolitana di Milano

ATM ha introdotto il primo sistema di questo tipo in Italia, e uno dei pochi nel mondo: è molto semplice

(ANSA / MATTEO BAZZI)

Da ieri l’Azienda Trasporti Milanesi (ATM), l’azienda dei trasporti pubblici di Milano, ha introdotto nella rete metropolitana un sistema per pagare i biglietti con le carte di credito contactless, il primo di questo tipo in Italia e uno dei pochi nel mondo. Il servizio è già operativo e permette di pagare le corse senza commissioni aggiuntive, secondo le normali tariffe.

Quali carte sono accettate
Le carte di credito contactless sono quelle abilitate ai pagamenti senza lo scorrimento nel POS, e si riconoscono per il simbolo . ATM accetta sia le carte di credito sia quelle ricaricabili – a condizioni che siano contactless – VISA e Mastercard, le più diffuse. Sono accettate anche le carte di debito contactless dei circuiti VPay e Maestro. Il pagamento con contactless in metropolitana è disponibile anche attraverso Apple Pay, Samsung Pay e gli altri servizi che abbinano una carta a uno smartphone o a uno smartwatch.

Come si fa
Per pagare il biglietto bisogna semplicemente appoggiare la carta di credito contactless (o lo smartphone abbinato) sul lettore dei tornelli appositi che sono stati installati in tutte le stazioni della metropolitana. A questo punto il tornello permette l’ingresso. Alla stazione di arrivo, bisogna ricordarsi di far passare di nuovo la carta di credito sul tornello della stazione di uscita: in questo modo sarà addebitata la tariffa giusta (ricordatevi soprattutto nelle stazioni in cui l’uscita è libera, come Centrale e Porta Genova). Se non si passa la carta all’uscita, il sistema applica la tariffa massima: e bisogna obbligatoriamente passare la stessa carta presentata all’ingresso. Per ora si può pagare un solo viaggio a persona, con le carte contactless: non se ne può usare una sola per pagare i biglietti di più persone. Se si incontra un controllore, basta esibire la carta di credito usata per il pagamento.

Dove funziona
Per ora si possono pagare in questo modo soltanto i viaggi che cominciano in metropolitana, e non quelli che cominciano sui mezzi di superficie. Se si rimane in metropolitana, si può viaggiare su tutta la rete, urbana ed extraurbana, perché tutte le stazioni sono attrezzate.

È possibile però sfruttare il biglietto che si è pagato con una carta contactless in metropolitana per proseguire la propria corsa su un mezzo di superficie, purché sia in una tratta urbana. Valgono anche le tratte urbane delle linee di superficie extraurbane.

Tariffe
Sono le stesse dei normali biglietti, a partire da 1,50 euro per una singola corsa della durata di 90 minuti. Nell’addebitare i biglietti, però, ATM applica automaticamente la tariffa migliore disponibile, su base giornaliera. Significa che se si fa un solo viaggio, viene applicata la tariffa di una corsa singola (1,50 euro). Se se ne fanno quattro in 24 ore, invece di far pagare 6 euro il servizio applica la tariffa giornaliera, di 4,50 euro. Per ora il sistema della tariffa migliore funziona solo su base giornaliera, non settimanale o mensile.

Non ci sono commissioni aggiuntive nei pagamenti con le carte contactless. Se dopo aver usato il pagamento contactless ricevete un SMS che avvisa di una richiesta di addebito di 10 euro, si tratta solo di una pre-autorizzazione: il servizio vi addebiterà poi soltanto la tariffa del biglietto.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.