• Mondo
  • mercoledì 23 maggio 2018

La polizia indonesiana ha ucciso 14 sospetti terroristi in risposta agli attentati dell’ISIS della scorsa settimana

La polizia indonesiana ha detto di avere ucciso 14 sospetti terroristi e di avere arrestato 60 persone nell’ambito di un’operazione legata agli attentati suicidi della scorsa settimana compiuti in Indonesia e rivendicati dallo Stato Islamico (o ISIS). Tito Karnavian, il capo della polizia indonesiana, ha detto che i suoi agenti hanno compiuto diverse perquisizioni e sequestri nell’isola di Giava, dove hanno trovato bombe pronte per essere usate e altro materiale per fabbricare ordigni esplosivi. Negli attentati della scorsa settimana, compiuti per lo più da famiglie intere, inclusi alcuni bambini, erano state uccise 14 persone.

In Indonesia le autorità prestano da tempo particolare attenzione all’estremismo islamista e al sostegno di alcuni gruppi radicali verso l’ISIS. Il Parlamento indonesiano potrebbe votare presto una legge per dare la possibilità all’esercito di essere coinvolto nelle operazioni antiterrorismo e per aumentare i poteri della polizia nel detenere persone sospettate di far parte di organizzazione terroristiche.

(JUNI KRISWANTO/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.