• Video
  • giovedì 26 aprile 2018

Cosa pensavano l’uno dell’altro PD e M5S

Raramente due potenziali alleati si erano trattati così male: in due minuti abbiamo condensato la dialettica precedente all'attuale trattativa

Dopo il “mandato esplorativo” dato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella al presidente della Camera Roberto Fico, Movimento 5 Stelle e Partito Democratico hanno iniziato a parlare della possibilità di allearsi e sostenere insieme un governo. Sia il segretario reggente del PD, Maurizio Martina, che il capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, hanno detto che, grazie alle consultazioni di Fico, ci sono stati “passi in avanti”. Fino a pochi giorni fa, però, le dichiarazioni dei rappresentanti dei due partiti su possibili alleanze e stima reciproca erano leggermente diverse: le abbiamo condensate in due minuti. Raramente due partiti potenzialmente alleati si erano confrontati in modo così pesante.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.