La fine delle Olimpiadi invernali, in foto

Cosa si è visto alla cerimonia di chiusura di Pyeongchang 2018, compresi i seri funzionari nordcoreani

Fuochi d'artificio sopra lo Stadio Olimpico di Pyeongchang (David Ramos/Getty Images)

I Giochi olimpici invernali di Pyeongchang sono terminati oggi, dopo diciassette giorni di gare a cui hanno partecipato 2.952 atleti di 92 paesi diversi. Hanno gareggiato in 15 discipline, nella prima Olimpiade invernale che avuto in programma più di 100 gare con delle medaglie in palio. La delegazione italiana è stata composta da 121 atleti – 48 donne e 73 uomini –, la più numerosa di sempre dopo quella che si presentò a Torino 2006 (lì furono 179). Ha vinto 10 medaglie (2 in più di Sochi 2014) di cui 3 d’oro (a Sochi non ne arrivò nemmeno una).

La cerimonia di chiusura si è svolta quando in Italia erano le 12.00 allo Stadio Olimpico di Daegwallyeong (in Corea del Sud erano le otto di sera). C’è stata la consueta sfilata delle delegazioni che vi hanno partecipato, e per l’Italia la portabandiera è stata la pattinatrice Carolina Kostner, che a Pyeongchang ha disputato la sua ultima Olimpiade (senza riuscire a vincere una medaglia). La cerimonia si è conclusa poi con lo spegnimento del braciere olimpico e con il passaggio di consegne tra il comitato organizzatore coreano e quello di Pechino 2022, dove si terrà la prossima edizione dei Giochi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.