• Mondo
  • martedì 21 novembre 2017

Robert Mugabe si è dimesso

Il presidente dello Zimbabwe, al potere da 37 anni, lo ha deciso oggi: sarebbe stato comunque rimosso con l'impeachment dal Parlamento

Robert Mugabe (AP Photo/ STR)

Robert Mugabe, 93enne presidente dello Zimbabwe al potere da 37 anni, si è dimesso oggi dal suo incarico, dopo giorni di grave crisi politica. Mugabe ha annunciato la sua decisione con una lettera il cui contenuto è stato reso pubblico dallo speaker del Parlamento nazionale, organo che oggi avrebbe votato e approvato il suo impeachment. Dopo l’annuncio, hanno raccontato diversi giornalisti presenti in Parlamento, i deputati hanno cominciato ad applaudire e festeggiare. Anche per le strade di Harare, la capitale dello Zimbabwe, sono iniziate diverse celebrazioni per le dimissioni di Mugabe, come mostra una diretta di Reuters.

Due giorni fa Mugabe era stato anche destituito dalla presidenza del suo partito, il Zanu-PF, che guidava dagli anni Settanta.

La crisi in Zimbabwe era cominciata due settimane fa, quando Mugabe aveva improvvisamente destituito Emmerson Mnangagwa, l’ex vicepresidente ed ex capo dei servizi di sicurezza soprannominato “coccodrillo”. Mnangagwa aveva lasciato immediatamente il paese per paura di essere arrestato. Il gesto di Mugabe non era stato apprezzato da diversi generali, che lo avevano interpretato come un modo per aprire la strada della successione alla presidenza a Grace, moglie del presidente. Pochi giorni dopo la destituzione di Mnangagwa, i militari erano intervenuti, occupando la sede della televisione nazionale e mettendo agli arresti domiciliari Mugabe. Poco fa il partito di Mugabe, Zanu-PF, ha annunciato che il prossimo presidente dello Zimbabwe sarà Mnangagwa, che assumerà l’incarico nel giro di 48 ore.