• Sport
  • martedì 5 settembre 2017

È stata scalata la via di arrampicata più difficile al mondo

Adam Ondra, il più forte scalatore del mondo, dice di aver aperto una via di 9c, un grado di difficoltà finora mai raggiunto

Adam Ondra, 24enne arrampicatore ceco considerato il più bravo al mondo, ha aperto quella che dice essere la prima via di arrampicata di 9c, il più alto grado di difficoltà mai raggiunto. La via aperta da Ondra si chiama “Project Hard” (per ora: è un nome provvisorio) e si trova nella falesia di Flatanger, in Norvegia: è lo stesso posto dove nel 2012 Ondra aprì la prima via di 9b+ del mondo.

“Project Hard” è lunga 45 metri, che sono tantissimi contando che nell’arrampicata sportiva ci si può riposare soltanto “incastrando” le gambe nella roccia e lasciando libere per un po’ le braccia, oppure rimanendo appesi con un braccio saldo a un appiglio e l’altro a penzoloni. Ondra ci lavora da due anni, e ha fatto in tutto sette viaggi alla falesia in Norvegia, ripetendo centinaia di volte i vari passaggi – raggiungendo quelli più in alto aiutandosi con delle corde fisse – prima di riuscire a ripeterli tutti assieme in un un’unica salita “pulita”. “Project Hard” è ovviamente una via strapiombante – come lo sono tutte le vie di queste difficoltà – e si trova all’interno di una grotta. Non c’è ancora il video della salita di Ondra, perché in questi casi esce solitamente qualche tempo dopo.

Nell’arrampicata sportiva il grado di difficoltà di una via viene suggerito dal suo primo scalatore: quelli che la ripetono dopo di lui, nei mesi o negli anni successivi, possono confermare oppure proporre un abbassamento o un innalzamento del grado. Le cose sono ancora più complicate quelle volte in cui il grado proposto non esiste ancora, come nel caso del 9c di “Project Hard”: se però, come in questo caso, a proporre il grado è lo scalatore più forte del mondo, che dice che la via in questione è più difficile della più difficile che ha mai salito, la sua gradazione è più che autorevole perché sia considerata corretta. È probabile che passerà molto tempo prima che qualcuno ripeterà “Project Hard”: Ondra ha aperto tutte e tre le vie di 9b+ esistenti al mondo, e l’unica che è stata ripetuta è “La Dura Dura”, in Spagna, dall’arrampicatore Chris Sharma, che confermò il grado.

Ora “Project Hard” è quindi la via con il grado di difficoltà più alto al mondo, e la più difficile tra quelle “da un tiro”: cioè lunghe soltanto qualche decina di metri, che si scalano partendo da terra e senza passare molto tempo in parete. Queste si differenziano dalle vie lunghe, come vengono chiamate le salite di arrampicata che consistono in più vie singole una dopo l’altra, prolungandosi solitamente per alcune centinaia di metri. Spesso, per la loro lunghezza e per lo sforzo fisico che richiedono, sono considerate più difficili da salire di quelle in falesia, da un tiro soltanto: il grado di difficoltà delle più difficili vie lunghe mai salite però, proprio perché più distribuito, è molto più basso.

In un’intervista a Planet Mountain, Ondra ha raccontato di aver dovuto allenare soprattutto le gambe, visto che la via richiede molti “incastri” di ginocchio per riposare le braccia, che però sono molto stancanti per le gambe. Ha detto di essere riuscito a chiudere la via nel primo tentativo completo di questo suo viaggio in Norvegia, e che sapeva che se non ce l’avesse fatta non sarebbe riuscito a fare un altro tentativo nello stesso giorno. Riguardo al grado della via, ha detto: «Ho il coraggio di dire che questo è il primo 9c al mondo, perché sento che è molto più difficile di qualsiasi 9b + che ho già salito in passato. Naturalmente, c’è la domanda se un difficile 9b+ possa essere 9c, e sì, lo potrebbe essere. Ovviamente non sono al 100 per cento sicuro che sia 9c, diciamo soltanto che se considero tutti gli ingredienti che fanno la via quella che è, allora veramente e onestamente credo sia 9c».

Ondra, nonostante sia molto giovane, è considerato da diversi anni il più forte scalatore al mondo nell’arrampicata sportiva e nel boulder, cioè la disciplina che consiste nel scalare massi alti pochi metri, senza corda e proteggendosi con dei materassi. Oltre ad aver aperto tutte e tre le vie di 9b+ nel mondo, è stato il secondo scalatore al mondo a salire un 9a a vista: cioè senza mai averlo provato prima, una condizione che rende incredibilmente più complesso scalare una via. È stato anche il primo a ripetere “Gioia”, considerato il più difficile boulder al mondo (è un 8c+, nella scala dei boulder), che si trova a Varazze, in Liguria, e fu aperto nel 2008 dall’italiano Christian Core. Ondra ha anche fatto molte difficili vie lunghe. Tra queste, la più famosa è stata la prima ripetizione in libera (cioè senza aiutarsi con ganci e scalette) della “Dawn Wall”, una via su El Capitan, una celebre montagna del parco dello Yosemite in California: fu aperta nel 2015 da Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson, ed è considerata la via lunga più difficile al mondo.

Mostra commenti ( )