Milena Gabanelli dice che il suo sostegno a Minniti sui migranti «è totale»

A Radio Cusano Campus ha detto che non c'erano alternative all'accordo con la Libia e che il ministro degli Interni è il primo ad avere una strategia chiara sui flussi migratori

Milena Gabanelli (LaPresse/ Gian Mattia D'Alberto)

Intervistata ieri mattina da Radio Cusano Campus, la giornalista Milena Gabanelli ha parlato della gestione dei migranti che arrivano in Italia e dello sgombero di piazza Indipendenza della settimana scorsa. Gabanelli ha parlato molto bene del lavoro fatto negli ultimi mesi dal ministro degli Interni Marco Minniti, dicendo che nonostante i noti problemi del paese non c’erano alternative a fare accordi con la Libia per rallentare i flussi e che per questo il suo sostegno a Minniti «è totale».

Gabanelli – che ha anche detto che è «prioritario preoccuparsi del modo in cui frenare questo tsunami umano verso l’Italia» – ha parlato dello sgombero dei rifugiati dal palazzo in piazza indipendenza a Roma, dicendo che ci sono delle responsabilità di chi gestiva lo stabile e che ha permesso che venisse occupato. Gabanelli ha comunque detto che il palazzo è stato occupato quando era sorvegliato da guardie giurate e l’occupazione è stata fatta con la forza: «Arriva un gruppo di energumeni e dice “o sloggiate voi spontaneamente o vi facciamo sloggiare con la forza”». (Qui si può ascoltare tutta l’intervista)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.