Jorginho Frello esulta dopo il calcio di rigore segnato al Nizza (LaPresse)
  • Sport
  • giovedì 17 Agosto 2017

Il Napoli ce l’ha quasi fatta

La vittoria contro il Nizza gli ha dato un notevole vantaggio in vista del ritorno degli spareggi di Champions League, dove il Nizza non avrà due importanti titolari

Jorginho Frello esulta dopo il calcio di rigore segnato al Nizza (LaPresse)

Con la vittoria per 2-0 nell’andata degli spareggi di Champions League contro il Nizza, il Napoli di Maurizio Sarri si trova ora molto vicino alla qualificazione ai gironi di Champions League, il primo dei suoi obiettivi stagionali (che peraltro le squadre italiane falliscono da tre anni). Il Napoli ha vinto rischiando molto poco e tenendo in mano il gioco per quasi tutta la partita. Il Nizza ha terminato l’incontro in nove dopo le espulsioni di due suoi giocatori, peraltro titolari fissi e fra i più talentuosi che ha in rosa. Il Napoli avrà comunque un rimpianto: non aver segnato di più con la decina di tiri in porta realizzati durante l’incontro, fra cui almeno quattro facili occasioni, soprattutto nei dieci minuti finali giocati con ben due uomini in più.

SSC Napoli v OGC Nice - UEFA Champions League Qualifying Play-Offs Round: First Leg

Le proteste del Nizza per le due espulsioni (GettyImages)

Nel corso della partita si è visto il Napoli della scorsa stagione, con i limiti di condizione e spontaneità del gioco dovuti alla preparazione estiva ancora in corso: possesso di palla a favore, 21 tiri in porta, quasi 150 passaggi completati in più del Nizza, che non ha mai centrato la porta con un tiro. Il primo gol è arrivato dopo una decina minuti dall’inizio con Mertens, che lanciato da Insigne in profondità ha aggirato Yoan Cardinale, portiere del Nizza, e ha calciato in rete a porta vuota. Da lì in poi il Napoli ha avuto continuamente occasioni di tirare in porta e alcune – anche clamorose – per segnare, principalmente con tagli a superare la difesa francese, senza però mai sfruttarle a dovere. Il Nizza si è limitato a provare a colpire il Napoli su contropiede, affidandosi principalmente alla velocità di Allan Saint-Maximin.

La partita non è cambiata nel secondo tempo, dove nella prima metà il Napoli ha abbassato leggermente il ritmo. È andato comunque vicino al gol in due occasioni, con due pali colpiti in pochi minuti. Nell’ultima mezz’ora il ritmo si è alzato notevolmente e il Napoli è riuscito a procurarsi un calcio di rigore in seguito a un fallo scomposto del terzino Christophe Jallet, poi realizzato da Jorginho. All’80mo il Nizza si è visto espellere ben due giocatori in pochi secondi: prima Vincent Koziello per un’entrata a terra su Zielinski, poi Alassane Plea, punito per le proteste. Il Nizza quindi giocherà l’andata senza due importanti titolari, le cui assenze si aggiungono a quelle probabili di Mario Balotelli e Wesley Sneijder, non ancora in condizioni per giocare: tutto a favore del Napoli.