Justin Gatlin taglia il traguardo per primo nella finale dei 100 metri (Shaun Botterill/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 5 Agosto 2017

Usain Bolt non ha vinto i 100 metri ai Mondiali

Li ha vinti a sorpresa il suo storico rivale Justin Gatlin, in una finale piuttosto lenta: Bolt è arrivato terzo

Justin Gatlin taglia il traguardo per primo nella finale dei 100 metri (Shaun Botterill/Getty Images)

Oggi si è tenuta la finale maschile dei 100 metri ai Mondiali di atletica leggera in corso a Londra. Li ha vinti a sorpresa l’americano Justin Gatlin, il rivale storico del miglior velocista della storia: Usain Bolt, che è arrivato solo terzo. Al secondo posto è arrivato il 21enne americano Chris Coleman. Gatlin ha vinto correndo in 9 secondi e 92 centesimi. Coleman ha corso in 9.94, Bolt in 9.95, quasi quaranta centesimi in più del suo record del mondo. Per Gatlin, che ha 35 anni, è la prima medaglia d’oro individuale in un torneo internazionale da quando nel 2005 vinse i 100 metri ai Mondiali di Helsinki.

La gara era molto attesa perché è stata l’ultima corsa individuale di Bolt in un torneo internazionale: ha detto da tempo che si sarebbe ritirato dopo questi Mondiali. Quella di questa sera non è stata la sua ultima gara: sabato prossimo correrà anche la staffetta 4×100, in cui la Giamaica è tra i paesi favoriti per la vittoria. Nelle batterie corse la sera del 5 agosto, Bolt aveva fatto il nono miglior tempo: dopo una brutta partenza e un buon recupero nel finale, in cui, dopo aver visto che nessuno poteva ormai superarlo, non ha spinto al massimo. In semifinale è sembrato molto più in forma rispetto al giorno prima, e ha frenato nel finale per risparmiare energie. In finale Bolt non è però riuscito a fare una seconda metà di gara come fa di solito, riuscendo a staccare tutti gli avversari; la sua corsa è sembrata molto meno fluida ed elegante del solito. Era dal 2007 che Bolt non perdeva una finale di livello mondiale dei 100 o 200 metri a cui partecipa.

Gatlin ha 35 anni e il suo miglior tempo sui 100 metri è stato di 9 secondi e 74 centesimi, corso a Doha nel 2015; era arrivato ai Mondiali di questa sera con un miglior tempo annuale di 9 secondi e 95 centesimi. Intervistato dopo la sua vittoria ha detto di essersi ispirato a Bolt e di aver deciso di tornare dalla sua squalifica proprio vedendo le vittorie di Bolt.

Gatlin è stato campione olimpico sui 100 metri alle Olimpiadi di Atene 2004 e ai Mondiali di Helsinki 2005. Nella sua carriera è stato squalificato per doping in due diverse occasioni: nel 2001 e nel 2006. In questa seconda occasione la squalifica per Gatlin fu di otto anni, poi ridotta a quattro. Gatlin non si è mai davvero scusato per aver fatto uso di doping, e il pubblico è solito fischiarlo prima e dopo le sue gare: è successo anche oggi, dopo che Gatlin ha vinto la gara. Lui ha reagito così: