(Lintao Zhang/Getty Images)
  • mercoledì 26 Luglio 2017

Il calendario della prossima stagione di Serie A

Tutte le partite del campionato, che inizierà il 19 agosto: Roma-Inter sarà alla seconda giornata; il derby di Milano sarà all'ottava giornata e Juventus-Roma poco prima di Natale

(Lintao Zhang/Getty Images)

La Serie A inizierà sabato 19 agosto alle 18: il calendario completo della stagione 2017/2018 è stato presentato oggi a Milano. Le squadre del campionato di Serie A sono 20 e ci saranno quindi 10 partite ogni giornata. La prima giornata sarà relativamente semplice per tutte le grandi squadre, un po’ meno per l’Inter che affronterà la Fiorentina, e la prima partita tra due squadre forti sarà Roma-Inter, alla seconda giornata. Il primo derby di Torino sarà alla sesta giornata, mentre il primo derby tra Milan ed Inter sarà all’ottava, il 15 ottobre, e Roma-Lazio il 19 novembre, alla 13esima giornata. In questa stagione di Serie A si giocherà anche il 23 e il 30 dicembre. In particolare, il 23 dicembre ci sarà Juventus-Roma. La gara di ritorno sarà quindi nella penultima giornata di Serie A: il 13 maggio 2018.

Tutto il calendario della Serie A

Come funziona il sorteggio del calendario di Serie A

Per quanto venga definito “sorteggio”, quella organizzata oggi da Sky e dalla Lega Serie A è solo la presentazione del calendario, che viene composto da un computer in modo parzialmente casuale: nel comporre il calendario infatti si tiene conto di tantissimi criteri e vincoli diversi, dalle competizioni europee ai turni infrasettimanali, dagli stadi ancora da migliorare agli altri eventi sportivi concomitanti fino alle alternanze casa-trasferta rispetto allo scorso anno.

Le regole del sorteggio del calendario 2017/2018 di Serie A

  • nei turni infrasettimanali non sono possibili scontri diretti Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma.
  • i derby cittadini di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona devono essere in giorni diversi e non possono essere in un turno infrasettimanale, alla prima o all’ultima giornata.
  • non si possono ripetere incontri uguali rispetto alla Serie A del 2016/2017 (stessa coppia di squadre nella stessa giornata).
  • nelle giornate tra un turno di Europa League e uno di Champions League, le squadre che partecipano a un trofeo europeo non possono incontrare quelle che partecipano all’altro.
  • le squadre che giocano i preliminari di Champions League (il Napoli) e di Europa League (il Milan) non possono incontrarsi alla prima giornata di Serie A.
  • nelle ultime quattro giornate le gare in casa devono alternarsi perfettamente con quelle in trasferta.
  • non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone (e qualora ve ne siano due, devono essere una in casa e una in trasferta).
  • le squadre che l’anno scorso hanno giocato l’ultima partita in casa quest’anno la giocheranno in trasferta (e viceversa).
  • nelle città in cui due società condividono lo stesso stadio (a Milano, Roma, Verona e Genova), giocherà la prima giornata in casa chi l’anno scorso l’ha giocata in trasferta (e viceversa).
  • è prevista l’alternanza assoluta di partite in casa e in trasferta per le coppie: Bologna-Spal, ChievoVerona-Hellas Verona, Genoa-Sampdoria, Inter-Milan, Juventus-Torino e Lazio-Roma.

Nello stabilire le date del calendario, la Serie A considera anche alcuni eventi cittadini che comportano che una squadra giochi in trasferta in una specifica giornata: per esempio la Fiorentina giocherà fuori casa il 19 novembre perché a Firenze giocherà quel giorno la Nazionale di rugby e l’Atalanta sarà in trasferta il 15 ottobre, in occasione del G7 dei ministri dell’Agricoltura a Bergamo.