La maglia gialla Chris Froome brinda alla vittoria nel corso dell'ultima tappa del Tour de France (Chris Graythen/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 23 luglio 2017

Il Tour de France è finito, lo ha vinto Froome

Il tradizionale arrivo in volata sugli Champs-Élysées è stato vinto invece dall'olandese Dylan Groenewegen

La maglia gialla Chris Froome brinda alla vittoria nel corso dell'ultima tappa del Tour de France (Chris Graythen/Getty Images)

Si è conclusa oggi a Parigi la 104esima edizione del Tour de France, la corsa a tappe più prestigiosa del ciclismo. La tappa conclusiva, con partenza dal comune di Montgeron e arrivo sugli Champs-Élysées, è iniziata più tardi del solito — verso le 17 — ed è terminata alle 19 inoltrate dopo 110 chilometri di percorso. Il tradizionale arrivo in volata sugli Champs-Élysées è stato vinto dall’olandese Dylan Groenewegen, che in volata ha battuto il tedesco André Greipel e il norvegese Edvald Boasson Hagen. Il vincitore del Tour, Chris Froome, era certo della sua vittoria già dal termine della cronometro individuale di ieri, ma è diventato ufficialmente il vincitore della 104ª edizione della corsa solo al termine della tappa di oggi. Dietro Froome, nella classifica generale del Tour si sono piazzati il colombiano Rigoberto Uran e il francese Romain Bardet. Fabio Aru, il miglior italiano in classifica, ha concluso la corsa al quinto posto dopo aver indossato la maglia gialla per due tappe.

La maglia verde, quella data al primo della classifica a punti del Tour, è stata vinta dall’australiano Michael Matthews; la maglia a pois per il miglior scalatore l’ha vinta il francese Warren Barguil; il miglior giovane corridore del Tour (la maglia bianca) è invece l’inglese Simon Yates. Infine, il team Sky — quello di Froome, Mikel Landa e Michal Kwiatkowski — è stato premiato come miglior squadra di questa edizione.

La classifica finale del Tour de France 2017:

1) Christopher Froome 83h 55′ 16”
2) Rigoberto Uran + 00′ 54”
3) Romain Bardet + 02′ 20”
4) Mikel Landa + 02′ 21”
5) Fabrio Aru + 03′ 05”
6) Daniel Martin + 04′ 42”
7) Simon Yates + 06′ 14”
8) Louis Meintjes + 08′ 20”
9) Alberto Contador + 08′ 49”
10) Warren Barguil + 09′ 25”

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.