Gli U2 in concerto alla tappa londinese del The Joshua Tree Tour (Dylan Martinez/REUTERS/LaPresse)
  • Cultura
  • mercoledì 12 Luglio 2017

I concerti degli U2 a Roma, le informazioni utili e le cose da sapere

Sabato 15 e domenica 16 luglio allo Stadio Olimpico di Roma ci sono le uniche due tappe italiane del "The Joshua Tree tour"

Gli U2 in concerto alla tappa londinese del The Joshua Tree Tour (Dylan Martinez/REUTERS/LaPresse)

Sabato 15 e domenica 16 luglio gli U2, famosissima band rock irlandese, suoneranno allo Stadio Olimpico di Roma: sono gli unici due concerti in Italia del “The Joshua Tree tour”, che celebra i trent’anni dell’omonimo album della band. Inizialmente gli U2 avevano previsto una sola data in Italia, ma vista la grande richiesta a gennaio la band aveva deciso di aggiungerne un’altra. Il tour è cominciato a maggio in Nord America e dall’8 luglio sono iniziate le date europee: in questa fase gli U2 sono accompagnati da Noel Gallagher, ex chitarrista e seconda voce degli Oasis, e la sua band, gli High Flying Birds.

Il concerto è praticamente sold out sui canali ufficiali (sono disponibili dei biglietti con visione ostruita), ma come capita spesso in occasione di grandi concerti si sta parlando molto di bagarinaggio online.

L’ingresso allo stadio Olimpico sarà possibile dalle 16:30: Noel Gallagher inizierà a suonare alle 19:30 e gli U2 intorno alle 21. Chi ha comprato i Gold Hot Ticket Package, i Silver Hot Ticket e i Vip Party Package potrà ritirare i biglietti dalle 16 alle 20 agli stand presso l’Ostello della Gioventù di Viale delle Olimpiadi. Lo stadio si può raggiungere coi mezzi pubblici o in macchina, qui ci sono una mappa e tutte le informazioni.

Per accedere al concerto sono previsti una serie di controlli, eseguiti anche con metal detector: all’interno dello stadio sarà vietato introdurre valigie, borse e zaini (sono ammessi solo zaini più piccoli di un foglio A4), bombolette spray come antizanzare e creme solari. Sono proibiti anche altri oggetti come trombette da stadio, fuochi d’artificio, macchine fotografiche professionali, tablet, bastoni da selfie, bevande alcoliche e bottiglie di vetro o di plastica.