Edin Dzeko e Alessio Romagnoli nella partita di andata allo Stadio Olimpico (Alfredo Falcone - LaPresse)
  • Sport
  • Questo articolo ha più di cinque anni

Milan-Roma, per le coppe europee

Nel posticipo di stasera si affronteranno due squadre che hanno due importanti obiettivi ancora in ballo, e che possono essere soddisfatte della loro stagione

Edin Dzeko e Alessio Romagnoli nella partita di andata allo Stadio Olimpico (Alfredo Falcone - LaPresse)

A giudicare dalla loro attuale situazione in classifica, e da come sono arrivate fin qui, la stagione di Milan e Roma potrebbe già essere definita soddisfacente. La Roma avrebbe potuto forse fare qualcosa in più in Europa League, dove è stata eliminata agli ottavi di finale dal Lione nonostante le squadre ancora in corsa fossero ampiamente alla sua portata. Ma in campionato, competere alla pari con questa Juventus, una squadra che si trova nelle condizioni per poter ambire a vincere tutti i tornei a cui partecipa, non sembra ancora possibile. Ora si trova a giocarsi il secondo posto nelle ultime quattro giornate, me se lo sta giocando con il Napoli, la squadra che da inizio stagione gioca il miglior calcio d’Italia, altrettanto meritevole di arrivare seconda.

Il Milan è sesto, l’ultimo posto che garantisce la qualificazione all’Europa League, con tre punti di vantaggio sull’Inter. Rispetto agli anni passati ora è una squadra più organizzata, ma può contare su di una rosa più debole delle squadre che la precedono — ad eccezione dell’Atalanta, che però è un caso particolare — e di livello simile a due che le stanno dietro, subito dopo l’Inter, ossia Fiorentina e Torino. Ha appena concluso un lungo e complicato passaggio di proprietà, che ha causato una sorta di “congelamento” dei progetti e delle ambizioni societarie.

Entrambe le squadre, tuttavia, non sembrano stare molto bene in questo finale di stagione. Il Milan ha vinto solo una delle ultime cinque partite disputate e ha perso punti contro tre delle ultime quattro squadre in classifica, che in teoria sarebbero dovute essere le avversarie meno complicate da affrontare. La Roma, invece, di recente sembra aver avuto un calo di condizione che ha contribuito a due brutte sconfitte contro la Lazio, in Coppa Italia e in campionato.

Stando alle ultime prestazioni e alla qualità delle due squadre, stasera la Roma è favorita per la vittoria. Tre punti le servirebbero per ritornare al secondo posto, dato che ora è occupato dal Napoli, che ha due punti in più dopo aver vinto sabato sera contro il Cagliari. La sfida a distanza con il Napoli potrebbe aiutare la squadra di Luciano Spalletti a riacquisire l’intensità di gioco recentemente calata. Ma anche il Milan ha una grossa opportunità davanti a sé: questo pomeriggio l’Inter ha perso ancora, e con una vittoria potrebbe portarsi a sei punti di vantaggio, avvicinandosi ulteriormente alla qualificazione all’Europa League. Inoltre, in questa stagione il Milan ha sempre disputato ottime partite quando ha giocato in casa contro squadre di alta classifica.

Le probabili formazioni:

Milan (4-3-3) Donnarumma; Calabria, Paletta, Zapata, De Sciglio; Mati Fernandez, Sosa, Pasalic; Suso, Bacca, Deulofeu
Roma (4-2-3-1) Szczesny; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Emerson Palmieri; Paredes, De Rossi; Salah, Nainggolan, Perotti; Dzeko