(AP Photo/Michel Euler)
  • Mondo
  • lunedì 24 Aprile 2017

14 foto per raccontare le elezioni francesi

Dove ci si bacia e si piange, perché un primo turno così non si era ancora visto nella storia recente del paese

(AP Photo/Michel Euler)

Non era mai successo nella storia recente della Francia che i partiti politici tradizionali, i Repubblicani del centrodestra e i Socialisti del centrosinistra, fossero esclusi dal ballottaggio delle elezioni presidenziali. Ma è successo ieri, alla fine di una giornata elettorale inusuale ma in parte ampiamente annunciata dai sondaggi pre-elettorali. Dall’uscita dei primi exit poll, alle 20, le sedi dei partiti francesi si sono animate: si è diffuso rapidamente grande entusiasmo tra i sostenitori di Emmanuel Macron e Marine Le Pen, che saranno i due candidati del secondo turno, il 7 maggio. È andata diversamente per quelli che speravano in un risultato migliore per Jean-Luc Mélenchon, il candidato della sinistra, e per François Fillon e Benoit Hamon, i candidati rispettivamente dei Repubblicani e dei Socialisti.

Se dovessimo raccontare le elezioni francesi usando solo 14 foto,
sceglieremmo queste (c’è una piccola storia dentro a ciascuna foto)