Un fermo immagine di Google Maps con cui oggi si può giocare a Pac-Man

Oggi Google fa giocare a Pac-Man sulle sue mappe

È la pensata di quest'anno per il primo aprile, già usata peraltro in passato (ricordate il pasticcio dell'anno scorso?)

Un fermo immagine di Google Maps con cui oggi si può giocare a Pac-Man

In occasione del “pesce d’aprile” Google ha introdotto una nuova funzione sul suo servizio di mappe Google Maps: per oggi si può giocare a Pac-Man (interpretando la Signora Pac-Man) tra strade realmente esistenti. Da mobile, basta cliccare sul pallino rosa dentro al quale è disegnata la Signora Pac-Man, mentre dal computer trovate un quadratino in basso a destra con scritto “Inserisci gettone”. Non è però possibile giocare su qualunque strada di qualunque città: cliccando sulle icone si viene infatti reindirizzati a una delle mappe predisposte, nel caso in cui non sia disponibile per la zona selezionata. Quella di quest’anno non è però una novità: la versione Pac-Man con Google Maps era stata proposta già nel 2015 con il suo consueto personaggio maschile.

Nel 2016 invece avevano avuto qualche problema con Gmail, avendo creato una risposta automatica con la GIF di un Minion che getta a terra un microfono e significa una cosa del tipo “ho chiuso, me ne vado” (la famosa posa che in inglese si chiama “Mic Drop”). La GIF era pensata per quelle conversazioni fastidiose ed estenuanti che non finiscono mai, e inviandola si veniva automaticamente esclusi da tutte le nuove mail di risposta. L’opzione di risposta era stata rimossa e quelli di Google si erano scusati, dicendo che per quell’anno il pesce d’aprile se lo erano fatti da soli.

pac-man-mobile

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.