Roger Federer dopo la vittoria contro Stan Wawrinka (AP Photo/Kin Cheung)
  • Sport
  • giovedì 26 gennaio 2017

Roger Federer è in finale agli Australian Open

A 35 anni e dopo sei mesi fermo per infortunio ha battuto il connazionale Stanislas Wawrinka in una partita molto bella

Roger Federer dopo la vittoria contro Stan Wawrinka (AP Photo/Kin Cheung)

Il tennista svizzero Roger Federer ha battuto il connazionale Stanislas Wawrinka con il punteggio di 7-5, 6-3,1-6, 4-6, 6-3 nella semifinale degli Australian Open di Melbourne, qualificandosi per la finale del torneo, che si giocherà domenica: incontrerà il vincitore della semifinale tra lo spagnolo Rafael Nadal e il bulgaro Grigor Dimitrov, che si giocherà domani. È stata una gran partita, è durata più di tre ore, e in diversi momenti sia Federer che Wawrinka hanno dimostrato di poterla vincere. Al termine del quarto set Federer si è dovuto prendere una pausa di circa dieci minuti rientrando negli spogliatoi dal suo massaggiatore; anche Wawrinka, affaticato dalla durata dell’incontro e provato da alcuni problemi ad una gamba, ha dovuto prendersi del tempo per recuperare. Vincendo contro Wawrinka, Federer ha ottenuto la sua sesta finale agli Australian Open e la 28ma della sua carriera in un torneo del Grande Slam. È diventato inoltre il tennista più vecchio ad essersi qualificato per la finale di uno Slam dal 1974.

Federer è considerato uno dei migliori tennisti di sempre, ma ha attraversato un 2016 un po’ difficile: un po’ a causa dell’età, ha 35 anni, un po’ a causa di un’importante operazione al ginocchio che l’ha costretto a ritirarsi dai tornei da luglio 2016 per i successivi sei mesi, periodo in cui è sceso al 17esimo posto della classifica ATP dei tennisti professionisti. Gli Australian Open sono il secondo torneo a cui partecipa, dopo la Hopman Cup XXIX che si è tenuta a Perth, sempre in Australia, dal primo al 7 gennaio. Era inoltre dalla dagli US Open del 2015 che non arrivava in finale in un Grand Slam, cioè uno dei quattro tornei di tennis più importanti al mondo: gli Australian Open di Melbourne, il Roland Garros di Parigi, Wimbledon a Londra e gli US Open di New York.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.