• Sport
  • domenica 22 gennaio 2017

Juventus-Lazio è finita 2 a 0

La Juventus, grazie ai gol di Dybala e Higuain, ha ottenuto la sua 27ma vittoria consecutiva allo Juventus Stadium

Paulo Dybala e Mario Mandzukic (Valerio Pennicino/Getty Images)

Aggiornamento: la Juventus ha sconfitto la Lazio per 2 a 0 grazie ai gol segnati entrambi nel primo tempo dagli argentini Paulo Dybala e Gonzalo Higuain. Il primo gol è arrivato appena cinque minuti dopo il fischio di inizio e il raddoppio dieci minuti più avanti. La Juventus ha giocato una partita impeccabile, andando in vantaggio subito e mantenendolo fino alla fine, senza mai permettere alla Lazio di rendersi pericolosa sotto porta. Con questa vittoria la Juventus mantiene il primo posto in classifica, e per il momento ha quattro punti in più di Roma e Napoli.

***

Quello che inizierà alle 12.30 tra Juventus e Lazio è l’incontro più importante della 21ma giornata di Serie A, perché giocano contro la squadra in testa al campionato e la quarta classificata. Le due squadre sono divise da cinque punti e la Juventus ha una partita in meno da recuperare, ma da inizio campionato non sta giocando in modo brillante e quest’anno non è una squadra imbattibile, nonostante sulla carta sia probabilmente la Juventus più forte dal 2006. La Lazio invece è una delle più grandi sorprese di questo campionato, perché in pochi si aspettavano che potesse mantenere un rendimento così alto dopo le difficoltà avute in estate. La Juventus avrà il vantaggio di giocare in casa, dove non perde da 26 partite di fila, record stabilito con la vittoria contro il Bologna dell’8 gennaio, ma ha parecchi giocatori reduci da infortuni o tuttora indisponibili, fra cui Alex Sandro e Marchisio. La Lazio invece schiererà la propria formazione titolare al completo, con le sole assenze di Senad Lulic e Keita Balde.

La Juventus è tornata da Firenze, dove la scorsa settimana ha perso 2 a 1, con molte cose da sistemare, e anche con una certa urgenza: ora la stagione entra nel periodo in cui perdere una partita conta più di prima. Come in molte altre partite viste in questa stagione, la Juventus ha deciso di aspettare gli avversari per poi ripartire e colpire con la grande qualità dei suoi giocatori. Ma complice anche l’atteggiamento in campo della Fiorentina, le azioni della Juventus sono state inefficaci e affidate perlopiù a dei lanci lunghi verso le due punte. Solo uno di questi ha funzionato e ha permesso a Higuain di accorciare lo svantaggio, ma anche nell’unico gol segnato si è notata una certa improvvisazione nei movimenti a cui la Juventus solitamente non aveva abituato.

È stata la quarta sconfitta in campionato, tutto sommato accettabile per la prima classificata, ma quello che più ha sorpreso è il modo in cui è arrivata. Da inizio campionato la squadra di Allegri non sembra essere riuscita a migliorare il proprio gioco. Il difensore Giorgio Chiellini, al termine della partita di Firenze, ha detto: «Ci deve far riflettere: abbiamo perso tutte e 4 le gare in trasferta. Non è tutto oro quel che luccica in questo momento ma bisogna lavorare ancora. Quest’anno non siamo ancora riusciti a trovare un giusto equilibrio che ci permetta di essere solidi e vincere le partite anche uno a zero. Al momento siamo come le altre, che vincono e che perdono».

In una stagione iniziata con molti problemi, la Lazio continua a guadagnare punti domenica dopo domenica: con la vittoria nell’ultimo turno contro l’Atalanta ha raggiunto i 40 punti in classifica. La squadra allenata da Simone Inzaghi continua a vincere, giocando anche molto bene, grazie a una delle rose più funzionali del campionato: poche altre squadre in Italia possono contare su un difensore completo come l’olandese Stefan de Vri, richiesto dai migliori club d’Europa, e su tre centrocampisti titolari che garantiscono il rendimento di Marco Parolo, Lucas Biglia e Sergej Milinkovic-Savic. A questo si aggiungono due talenti imprevedibili come Felipe Anderson e Keita Balde, e Ciro Immobile, che con il gol segnato su rigore contro l’Atalanta ha raggiunto gli undici gol stagionali.

La favorita di oggi resta la Juventus, perché è pur sempre la squadra in testa al campionato e rimane la squadra più forte d’Italia. Per giunta gioca in casa, e probabilmente lo farà schierando dal primo minuto il tridente d’attacco formato da Dybala, Higuain e Mandzukic: giocatori in grado di far vincere la propria squadra solo grazie alle proprie qualità. La Juventus schiererà titolare anche l’esterno Cuadrado, in quella che probabilmente è la formazione più offensiva mai scelta da Allegri.

Le formazioni ufficiali di Juventus-Lazio:

Juventus (4-2-3-1) Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Asamoah; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.
Lazio (3-4-2-1) Marchetti; Patric, de Vrij, Wallace, Radu; Parolo, Biglia, Milinkovic; Lombardi, Immobile, Felipe Anderson

Dove vedere Juventus-Lazio

La partita verrà trasmessa da Sky su Sky Super Calcio e Sky Calcio 1 o in streaming da pc, tablet e smartphone con Sky Go. Juventus-Lazio sarà trasmessa anche da Mediaset Premium, su Premium Sport e in streaming con Premium Play.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.