Da una scena di "Arrival", tratto dal racconto di fantascienza "Storie della tua vita" di Ted Chiang
  • Libri
  • giovedì 19 Gennaio 2017

I film tratti dai libri che usciranno nel 2017

Ci sono film tratti da storie scritte da Agatha Christie, Beppe Fenoglio, Stephen King e Dave Eggers; e c'è ancora tempo per leggere le 60 pagine da cui è tratto "Arrival"

Da una scena di "Arrival", tratto dal racconto di fantascienza "Storie della tua vita" di Ted Chiang

Il mondo si divide in due categorie (se vogliamo giocare a questo gioco): quelli che guardano i film tratti dai libri senza interessarsi a quei libri, e quelli che invece non possono fare a meno di leggerli, per poi confermare che “il libro è meglio del film” oppure, più raramente, che “per una volta è meglio il film”. Confermando la tendenza degli ultimi anni, anche nel 2017 usciranno molti film tratti da libri (alcuni sono fra i più attesi dell’anno): da classici moderni come Assassinio sull’Orient Express di Agatha Christie, a romanzi molto recenti, come Il senso di una fine di Julian Barnes. Ce ne sono di tutti i generi: una commedia, due film per ragazzi, tre tratti da fumetti, uno ambientato nel Diciassettesimo secolo, un altro negli anni Venti. Poi ce ne sono molti di fantascienza e il seguito di Cinquanta sfumature di grigio.

Il Post li ha messi insieme più o meno in ordine di uscita, anche se di alcuni non si sa ancora la data di uscita nei cinema italiani.

Silence

L’ultimo film di Martin Scorsese, Silence, è nei cinema dal 12 gennaio ed è tratto dal romanzo Silenzio (in giapponese Chinmoku) di Shūsaku Endō. Il film segue molto da vicino le vicende del romanzo, che è ambientato nel Seicento e racconta la storia di due gesuiti in missione in Giappone per ritrovare un altro prete missionario che secondo le notizie arrivate in Portogallo ha abiurato a causa delle persecuzioni religiose nella zona di Nagasaki. Nel 1966 Silenzio vinse il premio Tanizaki, uno dei due più importanti premi letterari per la narrativa giapponese. Silenzio è già stato adattato per il cinema due volte: nel 1971 dal regista giapponese Masahiro Shinoda e nel 1996 dal portoghese João Mário Grilo. Endō, nato nel 1923 e morto nel 1996, era un fervente cattolico: si convertì a 11 anni, dopo il divorzio dei genitori.

Arrival

È un film di fantascienza con Amy Adams e Jeremy Renner, ed è tratto da un racconto di Ted Chiang, apprezzato scrittore di fantascienza che ha vinto moltissimi premi per questo genere, pur avendo pubblicato solo 13 racconti e un romanzo breve. Il racconto da cui è tratto Arrival si intitola Storia della tua vita ed è contenuto nella raccolta di racconti omonima, pubblicata in Italia da Frassinelli. La protagonista del racconto (lungo circa sessanta pagine) è una linguista che – collaborando con un fisico – deve decifrare il linguaggio di una specie aliena arrivata sulla Terra. Ci sono alcune differenze di trama tra il racconto e il film, che potrebbe piacere molto ad appassionati di linguistica e di fisica, ma anche, più in generale, a quelli del cinema di fantascienza. Il film è diretto da Denis Villeneuve, il regista di Blade Runner 2049, un altro film di fantascienza che uscirà quest’anno. L’uscita italiana di Arrival – di cui si dice un gran bene – è il 19 gennaio.

Qua la zampa!

Il protagonista di Qua la zampa! e del romanzo da cui è tratto – Dalla parte di Bailey – è un cane che si reincarna più volte in altri cani e che, ricordando tutte le sue vite passate, cerca di capire il senso della vita. La storia, sia del romanzo che del film, è narrata dal suo punto di vista; nel doppiaggio italiano la voce di Bailey, il cane, è quella di Gerry Scotti. Tra gli interpreti umani del film c’è Dennis Quaid, mentre il regista è lo svedese Lasse Hallström, che tra gli altri ha diretto Le regole della casa del sidro, Chocolat e Hachiko (un altro film con protagonista un cane). L’autore del romanzo, che è stato nella classifica dei bestseller del New York Times per un anno, è W. Bruce Cameron ed è anche un giornalista umoristico. La data d’uscita di Qua la zampa! è il 19 gennaio.

Cinquanta sfumature di nero 

Il seguito di Cinquanta sfumature di grigio (di cui potete trovare un ripasso qui) arriverà nei cinema italiani il 9 febbraio. È tratto dal secondo romanzo di E.L. James, Cinquanta sfumature di nero. Ci sono sempre Dakota Johnson e Jamie Dornan nei ruoli di Anastasia Steele (“Ana”) e Christian Grey; c’è anche Kim Basinger nel ruolo di Elena Lincoln, il personaggio che introdusse Grey alle pratiche sessuali sadomasochistiche. In pratica è l’antagonista principale di Ana.

La legge della notte

Il 23 febbraio uscirà nei cinema La legge della notte, un film ambientato negli Stati Uniti negli anni Venti: sceneggiato, diretto, prodotto e interpretato da Ben Affleck. Racconta la storia di Joe Coughlin, figlio di un commissario della polizia di Boston, che contrabbanda illegalmente bevande alcoliche e diventa un gangster. Affleck ha il ruolo del protagonista e tra i produttori c’è anche Leonardo DiCaprio. Nel cast ci sono Sienna Miller, Zoe Saldana ed Elle Fanning, tra gli altri.

Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Dennis Lehane, che è anche l’autore di La morte non dimentica, da cui è stato tratto Mystic River di Clint Eastwood, e di L’isola della paura, da cui è stato tratto Shutter Island di Martin Scorsese. Nel 2013 il romanzo La legge della notte ha vinto l’Edgar Award per il miglior romanzo, cioè il più importante riconoscimento americano per film, serie tv e romanzi gialli. La legge della notte è il secondo romanzo che Lehane ha dedicato ai membri della famiglia Coughlin: il primo si intitola Quello era l’anno e racconta la storia del padre di Joe; il terzo si intitola World Gone By, ha sempre Joe per protagonista e non è ancora stato tradotto in italiano.

Il diritto di contare

Uscirà in Italia il 16 marzo e racconta la storia vera delle matematiche nere che contribuirono in modo determinante alla prime missioni spaziali della NASA: Dorothy Vaughan, Mary Jackson, Katherine Johnson e Christine Darden. Il titolo originale, sia del film che del libro di Margot Lee Shetterly da cui è tratto, è Hidden Figures: come la traduzione italiana contiene un doppio significato, perché “figure” in inglese significa sia “cifra” che “personalità, personaggio”. Il regista del film è Theodore Melfi, quello di St. Vincent, con Bill Murray. Nel cast ci sono Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Janelle Monáe, Kevin Costner e Kirsten Dunst. La traduzione italiana del libro sarà disponibile dal 19 gennaio, pubblicata da Harper Collins Italia.

Ghost in the shell

È tratto da un omonimo manga cyberpunk di Masamune Shirow, uscito per la prima volta nel 1989 e da cui negli anni sono stati tratti vari film d’animazione e videogiochi. Nel film Scarlett Johansson interpreta Kusanagi, una poliziotta-cyborg sulle tracce di un pericoloso hacker. Il film è diretto da Rupert Sanders, quello di Biancaneve e il cacciatore. Se ne è parlato molto, soprattutto per le accuse di “whitewashing”, dovute alla scelta di far interpretare a Johansson un personaggio giapponese. Nel cast del film ci sono anche Michael Pitt e Juliette Binoche. Uscirà il 30 marzo.

The Circle

Uscirà ad aprile ed è un film con Emma Watson e Tom Hanks, tratto dal romanzo di Dave Eggers Il Cerchio. Parla di una donna, interpretata da Watson, che viene assunta in una grande e misteriosa società che ha a che fare con internet e le tecnologie in generale: pensate al peggio che avete sentito dire di Google, Apple, Amazon o Facebook e moltiplicatelo per dieci. La regia del film è di James Ponsoldt, quello che ha diretto The End of The Tour, il film sullo scrittore David Foster Wallace. A febbraio invece uscirà in italiano il nuovo romanzo di Eggers: Eroi della frontiera.

La torre nera 

Sarà nei cinema da agosto ed è ispirato alla serie di otto romanzi La Torre Nera, iniziata nel 1982 con L’ultimo cavaliere e terminata nel 2012 con La leggenda del vento. Il film è una sorta di sequel al settimo libro della serie, intitolato a sua volta La Torre Nera, che è anche l’ultimo dal punto di vista della cronologia interna. La serie di romanzi, considerata la più grande opera di Stephen King per qualità e dimensione, rientra in un complesso mix di generi letterari: fantasy, fantascienza, horror e western, quindi è lecito pensare a Westworld. Nel cast del film ci sono Idris Elba (che interpreta il protagonista Roland di Gilead) e Matthew McConaughey (nei panni del cosiddetto “uomo in nero”). Non c’è ancora un trailer del film, bisogna accontentarsi di alcune fotografie scattate sul set.

idris_elbaIdris Elba nei panni di Roland di Gilead (Sony Pictures)

Valerian e la città dei mille pianeti

È il nuovo film di Luc Besson, il regista di Léon, Il quinto elemento e Lucy. Nel cast del film ci sono molti attori famosi (Cara Delevingne, Dane DeHaan, Clive Owen, Ethan Hawke) e pure Rihanna. Il film è ambientato nel 2740 e parla di due agenti, Valerian e Laureline, con il compito di mantenere l’ordine nell’Universo. A un certo punto i due finiscono ad Alpha, una “metropoli intergalattica” in cui succedono un sacco di cose. La città è però sotto l’attacco di un nemico di cui si sa pochissimo. Valerian (DeHaan) e Laureline (Delevingne) devono trovarlo e possibilmente sconfiggerlo. Il film non è basato su un romanzo, ma su un fumetto francese: Valérian et Laureline, scritto da Pierre Christin, illustrato da Jean-Claude Mézières, e pubblicato dal 1967 al 2010. Tra le altre cose questo fumetto (pubblicato in italiano da 001edizioni tra il 2009 e il 2015 come Valérian e Laureline. Agenti spazio-temporali) ha influenzato Star Wars. Il film uscirà in Italia a settembre.

It

È tratto da un romanzo che, come si dice, non ha bisogno di grandi presentazioni: It è infatti uno dei più famosi libri di King anche per chi non lo conosce bene. Racconta la storia di un gruppo di amici d’infanzia – adulti in parte del romanzo e ancora bambini in numerosi flashback – costretti a lottare contro un’entità malvagia, in pratica il Male stesso, che assume varie forme tra cui quella di un clown. Da It venne tratto nel 1990 un adattamento televisivo.

Nel nuovo adattamento cinematografico il personaggio di Pennywise – il clown, incubo ricorrente di molti – sarà interpretato dall’attore svedese Bill Skarsgård, che ha recitato anche in Allegiant, il terzo film della serie Divergent. I bambini saranno interpretati da altri attori famosi: Finn Wolfhard, cioè Mike Wheeler nella serie tv Stranger Things, sarà Richie Tozier; Nicholas Hamilton, Rellian nel film Captain Fantastic, sarà il bullo Henry Bowers. Anche di questo film non c’è ancora un trailer, ma si sa già che uscirà in Italia a settembre.

Una foto pubblicata da Andy Muschietti (@andy_muschietti) in data:

Finn Wolfhard nei panni di Richie Tozer (IMDb)

Il senso di una fine

Un altro film che dovrebbe uscire in Italia nel 2017 (anche se non si conosce ancora il mese) è Il senso di una fine, tratto dall’omonimo romanzo di Julian Barnes. Il protagonista di romanzo e film si chiama Tony Webster ed è un uomo di mezza età che riceve in eredità un diario che lo costringe a riconsiderare alcuni eventi del suo passato, in particolare la morte dell’amico Adrian Finn, con cui aveva litigato perché la sua fidanzata dell’epoca, Veronica Ford, lo aveva lasciato per lui. Nel film il personaggio di Veronica invecchiata è interpretato da Charlotte Rampling. Il regista è Ritesh Batra, lo stesso di Le nostre anime di notte.

Wilson

È una commedia tratta dall’omonimo graphic novel di Daniel Clowes (considerato il massimo esponente del fumetto indipendente americano), pubblicato in Italia dalla casa editrice Coconino. La storia raccontata dal graphic novel e dal film è quella di Wilson, un eccentrico uomo di mezza età, che scopre che la sua ex moglie ha dato in adozione la figlia avuta da lui, ormai adolescente, e decide di conoscerla. Clowes si è occupato anche della sceneggiatura del film, in cui Woody Harrelson (che ha fatto il detective Marty Hart nella prima stagione di True Detective, tra le altre cose) interpreta Wilson e Laura Dern la sua ex moglie. Il più recente graphic novel di Clowes è Patience, di cui potete vedere alcune tavole qui. Non c’è ancora una data di uscita italiana per il film.

Tulip Fever

Questo film romantico in costume, ambientato nei Paesi Bassi del Diciassettesimo secolo, uscirà negli Stati Uniti a febbraio ma non ha ancora una data d’uscita italiana. È tratto dal romanzo Il sogno dei tulipani di Deborah Moggach, che è anche l’autrice di Marigold Hotel da cui è stato tratto l’omonimo film di John Madden, con Judi Dench, Bill Nighy e Dev Patel. Nel cast di Tulip Fever, che racconta la storia di una donna sposata che si innamora del pittore che deve ritrarre lei e il marito, ci sono Alicia Vikander, che interpreta la protagonista, e Cara Delevingne. La sceneggiatura del film è di Tom Stoppard, autore tra le altre cose di Shakespeare in Love (1998).

The Dinner

Sarà presentato a febbraio al Festival del cinema di Berlino ed è tratto dal romanzo La cena dello scrittore olandese Herman Koch: i protagonisti sono i genitori di due ragazzi, cugini tra loro, che hanno picchiato e ucciso una donna senzatetto mentre venivano ripresi dalla telecamera di uno sportello bancomat. Le due coppie si incontrano a cena in un ristorante di lusso per decidere cosa fare, consapevoli che a breve i loro figli verranno identificati; la situazione è particolarmente tesa dato che uno dei personaggi è candidato a diventare il nuovo primo ministro olandese. La cena, che è stato tradotto in 21 lingue e ha avuto un grande successo editoriale, ha già avuto due adattamenti cinematografici, uno olandese nel 2013 e uno italiano nel 2014: quest’ultimo si intitola I nostri ragazzi ed è stato interpretato da Alessandro Gassmann, Giovanna Mezzogiorno, Luigi Lo Cascio e Barbora Bobuľová. Non si sa ancora quando il nuovo film uscirà in Italia, mentre negli Stati Uniti arriverà nei cinema a maggio. Uno dei protagonisti è interpretato da Richard Gere. Questo è il trailer del film italiano:

The Shack

Anche di questo film non si conosce ancora una data per l’Italia. È tratto dal romanzo Il rifugio di William P. Young e racconta la storia di un uomo che dopo la morte della figlia riceve una lettera misteriosa che lo invita a recarsi in una capanna nel bosco, il luogo in cui il corpo di sua figlia è stato ritrovato. Lì incontra tre strani personaggi: personificazioni dello spirito santo, di Gesù e di dio (una donna, interpretata nel film da Octavia Spencer). Young scrisse il libro per i suoi figli e lo propose a 26 case editrici, che lo rifiutarono tutte. Decise di pubblicarlo da solo e il libro finì al primo posto nella classifica dei libri di narrativa economici della lista dei bestseller del New York Times dal giugno del 2008 all’inizio del 2010. Nel film c’è Sam Worthington nel ruolo del protagonista.

The Zookeeper’s Wife

Uscirà nei cinema americani il 31 marzo ma non c’è ancora una data italiana. È tratto da Gli ebrei dello zoo di Varsavia di Diane Ackerman, un romanzo basato sui diari della moglie del direttore dello zoo di Varsavia che nascose e salvò la vita a 300 ebrei durante la Seconda guerra mondiale. La protagonista Antonina Zabinski è interpretata da Jessica Chastain. Daniel Brühl (Alex in Good Bye Lenin! e Niki Lauda in Rush) interpreta lo zoologo tedesco Lutz Heck, che insieme a suo fratello Heck negli anni Trenta cercò di ricreare l’uro e il cavallo selvatico, le specie da cui derivano i bovini e i cavalli domestici.

Wonder

È il nuovo film di Stephen Chbosky, il regista di Noi siamo infinito, e racconta la storia di un bambino, August Pullman, nato con una deformazione facciale causata dalla sindrome di Treacher Collinsa che, per la prima volta, deve confrontarsi con i compagni di scuola quando inizia le scuole medie. È tratto dal romanzo per ragazzi con lo stesso titolo, scritto da R.J. Palacio, pseudonimo della scrittrice Raquel Jaramillo, e consigliato a partire dai 13 anni. Negli Stati Uniti è rimasto in classifica per 56 settimane e ha avuto tre spin-off in seguito alle numerose richieste dei fan: raccontano la stessa storia di Wonder ma dal punto di vista di altri personaggi, Charlotte, una delle ragazzine gentili con August, Julian, che invece è antipatico con lui, e Christopher, un vecchio amico di August che si è trasferito in un’altra città. I tre romanzi sono usciti in Italia da Giunti come Il libro di Christopher. A wonder storyIl libro di Julian. A wonder storyIl libro di Charlotte. A wonder story.

Nel film Julia Roberts e Owen Wilson interpretano i genitori del protagonista, mentre il ruolo di August è di Jacob Tremblay, il giovane attore di Room. Il film uscirà il 7 aprile negli Stati Uniti ma non c’è ancora un trailer, solo alcune fotografie scattate sul set dato che il film è ancora in postproduzione.

wonderJacob Tremblay, a destra, Noah Jupe e la cagnolina Gidget sul set di Wonder

Z – La città perduta

È un film prodotto da Amazon ed è ambientato nella foresta Amazzonica. Uscirà negli Stati Uniti il 14 aprile e non c’è ancora una data italiana. È tratto da Z. La città perduta di David Grann, un saggio sulla storia vera dell’ex spia ed esploratore britannico Percy Harrison Fawcett, che cercò a lungo la città perduta di Z (che lui credeva essere la famosa El Dorado), scomparendo nel 1925 insieme a suo figlio. Nel corso degli anni circa un centinaio di persone morirono o scomparvero cercando Fawcett; nel libro Grann spiega come probabilmente l’esploratore morì, molto vicino a trovare le tracce di Z. Nel cast del film ci sono Charlie Hunnam, Robert Pattinson e Sienna Miller.

Da storie vere di personaggi eccentrici Grann è partito anche per scrivere Il demone di Sherlock Holmes, un saggio che racconta, tra le altre cose, del suicidio di un autorevole studioso di Arthur Conan Doyle, della ricerca di un biologo ossessionato del fantomatico calamaro gigante e della storia di un detective polacco convinto che un romanzo nascondesse gli indizi di un omicidio realmente avvenuto.

Captain Underpants

Il 2 giugno uscirà nei cinema americani un nuovo film animato prodotto da Dreamworks: Captain Underpants, tratto dai libri della serie di Capitan Mutanda dello scrittore americano Dav Pilkey pubblicati in Italia da Il battello a vapore. Il primo romanzo della serie, adatta per bambini dai 6 anni in su, uscì nel 1997 col titolo Le mitiche avventure di Capitan Mutanda: la storia comincia quando due ragazzini pestiferi, George Beard e Harold Hutchins, trasformano, grazie all’ipnosi, il temuto preside della loro scuola in un eroe dei fumetti inventato da loro stessi, Capitan Mutanda. Il primo libro ha avuto quattordici seguiti (non tutti tradotti in italiano) e sei spin-off. Non c’è ancora un trailer del film – né una data di uscita italiana – ma Dreamwoks ha pubblicato una prima immagine in cui si vedono i tre protagonisti.

My Cousin Rachel

È diretto da Roger Michell (il regista di Notting Hill) e interpretato da Rachel Weisz e, in un ruolo minore, Pierfrancesco Favino. È tratto dal romanzo Mia cugina Rachele della scrittrice Daphne du Maurier, autrice tra gli altri di Rebecca, la prima moglie da cui Alfred Hitchcock trasse l’omonimo film del 1940. Anche Mia cugina Rachele è già stato adattato per il cinema, nel 1952: fu il primo film americano di Richard Burton e uno dei sette per cui fu nominato come miglior attore non protagonista agli Oscar; la parte della protagonista la ebbe Olivia de Havilland. Film e romanzo raccontano la storia di una donna misteriosa e molto affascinante che seduce due cugini, a loro volta suoi cugini. Non c’è ancora un trailer del film, né una data di uscita italiana.

The Mountain Between Us

È un film romantico con Idris Elba e Kate Winslet, diretto da Hany Abu-Assad, il regista di Paradise Now (2005). Racconta la storia di un chirurgo e di una scrittrice che non si conoscono e che salgono sullo stesso aereo privato, dopo la cancellazione del volo che dovevano prendere, perché sono entrambi di fretta. Il pilota ha un attacco di cuore e l’aereo precipita in una foresta: i due protagonisti sopravvivono, ma sono feriti e devono trovare un modo per mettersi in salvo. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Charles Martin che in Italia è stato tradotto come Le parole tra di noi. Uscirà negli Stati Uniti a ottobre, in Italia ancora non si sa.

Murder on the Orient Express

Kenneth Branagh è il regista di questo nuovo adattamento del famosissimo romanzo giallo di Agatha Christie con protagonista il detective Hercule Poirot. Branagh interpreta lo stesso Poirot e oltre a lui nel cast ci sono Johnny Depp, Michelle Pfeiffer, Penélope Cruz, Willem Dafoe e Judi Dench. Non si sa molto altro del film, che è il secondo adattamento cinematografico del romanzo dopo quello del 1974 diretto da Sidney Lumet: in quella versione Poirot era interpretato da Albert Finney e c’erano molti altri attori famosi, come Lauren Bacall (nel ruolo che sarà di Pfeiffer), Ingrid Bergman (nel ruolo che sarà di Cruz), Sean Connery, Vanessa Redgrave e Anthony Perkins. Il nuovo film uscirà negli Stati Uniti a novembre.

Le nostre anime di notte

È un film prodotto da Netflix con Robert Redford e Jane Fonda, che non recitano insieme dal 1979, anno in cui uscì Il cavaliere elettrico. È tratto dall’omonimo romanzo di Kent Haruf, l’ultimo che l’autore di Trilogia della pianura scrisse prima di morire nel 2014. I protagonisti della storia sono due vicini di casa ormai anziani (Addie Moore interpretata da Fonda e Louis Waters interpretato da Redford), che dopo aver passato una vita senza conoscersi si avvicinano perché sono rimasti soli. Il libro Le nostre anime di notte uscirà in Italia il 13 febbraio, pubblicato da NN Editore. Per quanto riguarda il film, diretto da Ritesh Batra, non si sa ancora quando sarà disponibile, ma Netflix ha diffuso un’immagine di Redford e Fonda nei panni dei protagonisti. I due attori hanno già interpretato una coppia, oltre che in Il cavaliere elettrico, in La Caccia (1966) e nella famosa commedia romantica A piedi nudi nel parco (1967).

redford_fonda_haruf(Netflix)

Una questione privata

C’è anche un romanzo italiano tra quelli che verranno adattati per il cinema: è Una questione privata di Beppe Fenoglio, nella regia dei Paolo e Vittorio Taviani. Le riprese sono iniziate lo scorso settembre, non si sa ancora quando uscirà il film ma si sa che il ruolo del protagonista, il partigiano Milton, sarà interpretato da Luca Marinelli, già noto soprattutto per Non essere cattivo e Lo chiamavano Jeeg Robot. Una questione privata fu pubblicato da Garzanti nel 1963, poco tempo dopo la morte di Fenoglio.

privata