• postit
  • giovedì 22 Dicembre 2016

In Turchia è stato bloccato l’accesso ad alcuni social network per impedire la diffusione di un nuovo video dell’ISIS

In Turchia il governo ha bloccato l’accesso a Twitter, Facebook e YouTube per evitare la diffusione di un nuovo video dello Stato Islamico (o ISIS). Tra le altre cose, il video mostra due soldati turchi catturati dallo Stato Islamico mentre bruciano vivi: è uno dei video di esecuzioni più violenti diffusi dal gruppo. Il mese scorso alcuni funzionari dell’esercito turco avevano detto di avere perso i contatti con due soldati nel nord della Siria.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.