I rottami dell'aereo precipitato e i soccorritori - La Union, Colombia, 29 novembre 2016 (RAUL ARBOLEDA/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • martedì 29 Novembre 2016

L’aereo precipitato in Colombia

A bordo c'erano 77 persone, tra cui i giocatori di una squadra di calcio brasiliana: sono sopravvissuti in sei

I rottami dell'aereo precipitato e i soccorritori - La Union, Colombia, 29 novembre 2016 (RAUL ARBOLEDA/AFP/Getty Images)

Un aereo che trasportava 77 persone, tra cui i giocatori della squadra di calcio brasiliana Chapecoense, è precipitato in Colombia nella notte tra lunedì e martedì. A bordo c’erano 68 passeggeri e 9 membri dell’equipaggio (qui è stata pubblicata una lista delle persone che erano sul volo): sono morte 71 persone, sei sono sopravvissute e sono ricoverate in ospedale.
I primi numeri diffusi nella mattinata parlavano di 81 persone a bordo dell’aereo, ma le autorità colombiane hanno poi fatto sapere che 4 dei passeggeri previsti non si erano imbarcati.

L’aereo stava trasportando i giocatori e lo staff del Chapecoense a Medellin, dove la squadra avrebbe dovuto giocare mercoledì la finale della Copa Sudamerica, contro l’Atletico Nacional. A bordo dell’aereo, oltre ai giocatori della squadra, c’erano 8 dirigenti, 3 ospiti e 22 giornalisti. Le operazioni di soccorso non sono state semplici a causa delle forti piogge e della poca luce: intorno alle tre, ora locale, sono state sospese e sono riprese dopo circa un’ora. In tutto i soccorritori hanno recuperato sei persone dal luogo dell’incidente, sono state trasportate tutte in ospedale: sono tre giocatori del Chapecoense, due membri dell’equipaggio, e un altro passeggero, un giornalista. I loro nomi sono stati confermati dalla protezione civile colombiana: i calciatori sono Alan Ruschel, Jackson Follmann e Hélio Hermito Zampier, il giornalista è Rafael Correa Gobbato e i membri dell’equipaggio sono Ximena Suarez e Erwin Tumiri. Dopo la notizia dell’incidente il presidente brasiliano Michel Temer ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale.

L’aereo, un British Aerospace 146 della compagnia aerea LAMIA Corporation, era partito intorno alle 15:35 di lunedì pomeriggio (ora locale) da San Paolo, in Brasile, e dopo una sosta a Santa Cruz de la Sierra, in Bolivia, era ripartito per Medellin. Le autorità aeroportuali dell’aeroporto José Maria Córdova, che si trova a Rio Negro, circa 40 chilometri a sud di Medellin, hanno diffuso un comunicato spiegando che l’aereo ha dichiarato un’emergenza intorno alle 20:00 di lunedì quando si trovava tra le città di Ceja e la Uníon. Un rapporto non ufficiale citato dal Guardian parla di problemi di carburante, un altro di problemi all’impianto elettrico; l’aereo è precipitato a Cerro Gordo, circa 250 chilometri sud di Medellin. Le operazioni di soccorso sono iniziate immediatamente, ma sono state complicate dal fatto che il posto dello schianto potesse essere raggiunto solo via terra e dalle cattive condizioni meteo.

L’Associação Chapecoense de Futebol, meglio nota come Chapecoense, è una squadra di calcio brasiliana con sede nella città di Chapecó, nello stato di Santa Catarina. La Chapecoense gioca dal 2014 nel massimo campionato brasiliano e mercoledì 30 novembre la squadra avrebbe dovuto giocare a Medellin la partita di andata della finale di Copa Sudamerica, contro la squadra colombiana Atletico Nacional. A bordo dell’aereo precipitato, secondo il giornale colombiano El Tiempo, c’erano 22 giocatori della squadra: Danilo, Follmann, Gimenez, Dener, Alan Ruschel, Caramelo, Marcelo, Filipe Machado, Thiego, Neto (Hélio Hermito Zampier), Josimar, Gil, Sérgio Manoel, Matheus Biteco, Cleber Santana, Arthur Maia, Kempes, Ananias, Lucas Gomes, Tiaguinho, Bruno Rangel, Canela. La finale di Copa Sudamerica è stata sospesa e l’Atletico Nacional ha chiesto che venga assegnata al Chapecoense.