• Tecnologia
  • Questo articolo ha più di sei anni

Ora su Google si può sapere quanto sono affollati i posti in tempo reale

Google permette di scoprire quante persone si trovano in un certo locale, museo o grande magazzino, e organizzarsi di conseguenza

Da luglio 2015 quando si cerca un luogo su Google, che si tratti di un ristorante, di una stazione o di un museo, si può anche vedere quali sono gli orari della settimana in cui in media questi posti sono più affollati. Non si poteva quindi sapere “in diretta” se e quanto un ristorante fosse pieno, ma ora sì. Il servizio si chiama “Popular times” (in italiano “Orari con il maggior numero di visite”) e da ieri è stato arricchito con una funzione “Live”. Funziona sia sui dispositivi mobili che da computer, e gli utenti possono confermare o meno ciò che dicono i dati raccolti in tempo reale da Google, tracciando la posizione degli utenti in forma anonima.

Le nuove informazioni si trovano, come già gli “Orari con il maggior numero di visite”, all’interno della “card” relativa al luogo che si è cercato, insieme all’indirizzo, al numero di telefono e agli orari di apertura e chiusura. Cliccando su “più informazioni” (“more about”) c’è un grafico per ogni giorno della settimana in cui delle colonnine blu indicano gli orari in cui il posto è più affollato: la colonna che mostra la situazione al momento della consultazione è quella evidenziata in rosso. Per alcuni posti è anche indicato quanto tempo le persone passano in media nel posto cercato; nei cinema per esempio sono circa due ore.

Un’altra novità aggiunta alle “card” dei luoghi riguarda quei posti, come i musei o i centri commerciali, in cui gli orari di apertura e chiusura cambiano a seconda del giorno della settimana: ora vengono indicati tutti questi diversi orari.