Il mondo visto da lassù

Posti incredibili e distanti fotografati con Google Earth e selezionati dal fotografo Federico Winer, da visitare comodamente sul divano

Nel suo progetto Ultradistancia il fotografo argentino Federico Winer ha raccolto un po’ di immagini da Google Earth – il servizio di Google per vedere fotografie satellitari del mondo e ottenere informazioni geografiche – e le ha modificate facendone risaltare i colori e i pattern e trasformandole quasi in quadri di aeroporti, città, strade e laghi di tutto il mondo.

Sul sito del progetto Winer spiega che l’uomo è sempre stato attratto dalla percezione della distanza, come si vede bene anche con le mappe, che lui definisce “una forma d’arte”: «Dalle tavolette d’argilla babilonesi a Google Earth, le mappe sono il modo in cui ci occupiamo delle distanze nel mondo. Sono modi di vedere, interpretare e leggere il mondo. Guardare una mappa è come guardare un quadro, un modo per iniziare un viaggio».
Le immagini sono state realizzate tra il 2015 e il 2016 e si possono anche acquistare; sul sito si può sfogliare la raccolta completa del progetto mentre alcune selezioni si trovano su Facebook, Twitter e Instagram.