• Sport
  • domenica 20 novembre 2016

Chi è Moise Kean, che ieri ha esordito con la Juventus

È il primo giocatore nato nel 2000 a esordire in Serie A, nelle giovanili e in Primavera ha già segnato una montagna di gol, e in molti lo paragonano a Balotelli

(ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)

Nel posticipo di ieri sera della 13esima giornata di Serie A, in cui la Juventus ha battuto per 3 a 0 in casa il Pescara, all’84esimo minuto ha esordito per la Juventus un calciatore di 16 anni, Moise Kean. Kean gioca da attaccante ed è nato il 28 febbraio del 2000: è il primo giocatore nato negli anni Duemila a esordire in Serie A, nonché da ieri il giocatore più giovane in assoluto a esordire nella Juventus, superando Renato Buso, che giocò con la Juventus tra il 1985 e il 1989. L’esordio di Kean è dipeso dal fatto che due dei quattro attaccanti della prima squadra, Paulo Dybala e Marco Pjaca, sono attualmente infortunati: rimangono disponibili solo Mario Mandzukic (che ieri sera è stato sostituito da Kean), Gonzalo Higuain e Juan Cuadrado, esterno di attacco che ieri è entrato nei primi minuti per sostituire Stephen Lichtsteiner che non si sentiva bene. Il primo giocatore nato nel 1999 a esordire in Serie A era stato Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan, il 25 ottobre 2015.

Moise Bioty Kean è nato a Vercelli da genitori di origini ivoriane ed è l’attaccante più in forma della Primavera della Juventus, allenata da Fabio Grosso. Moise Kean ha sia la nazionalità ivoriana che quella italiana ma, per ora, ha scelto sempre la nazionale italiana, giocando 21 partite e segnando 10 gol tra Under 15, Under 16 e Under 17. Nel 2014 ha raggiunto la finale del campionato dei Giovanissimi Nazionali, persa poi contro la Roma. Kean si è però fatto notare soprattutto l’anno dopo, nella stessa categoria, segnando 21 gol in 10 partite, e guadagnandosi una promozione alla categoria successiva, gli Allievi Nazionali, con i quali ha segnato 14 gol in 15 presenze. Sia nei Giovanissimi che negli Allievi, Kean giocava con ragazzi più vecchi di lui. Nella stagione 2015/2016, con la Primavera della Juventus, ha segnato 24 gol in 26 partite.

Kean è un giocatore molto potente ma al tempo stesso veloce e tecnico: è alto 1,82 cm e ha una muscolatura superiore rispetto a quella dei suoi coetanei. Gioca da punta centrale ma riesce ad adattarsi anche al ruolo di seconda punta. In molti lo paragonano a Mario Balotelli, sia per le doti fisiche sia per quelle tecniche. Lo scorso anno dopo una partita di play off contro il Perugia Primavera Kean ha segnato ed esultato mostrando una maglia con scritto “Why always me?”, esattamente come fece Balotelli una volta quando giocava con il Manchester City. Hanno anche lo stesso procuratore, Mino Raiola, che gestisce tra gli altri anche Pogba e Ibrahimovic.

Mostra commenti ( )