(ANSA/ CIRO FUSCO)

Alfano dice che si può rinviare il referendum

È una proposta di cui si parla molto in questi giorni, ma Renzi ha già detto che «non esiste»

(ANSA/ CIRO FUSCO)

Durante un’intervista alla radio RTL, il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha parlato della possibilità di spostare la data del referendum costituzionale del 4 dicembre, un’ipotesi di cui i giornali hanno parlato molto negli ultimi giorni. Nel corso dell’intervista, Alfano ha detto:

«Noi non abbiamo chiesto nessun rinvio della data elettorale, ma qualora una parte dell’opposizione fosse disponibile a valutare una ipotesi di questo genere, io sono convinto che sarebbe un gesto da prendere in altissima considerazione»

Il prossimo 4 dicembre gli italiani sono chiamati a votare per il referendum confermativo con cui dovranno approvare o respingere la riforma della Costituzione del governo Renzi. Al momento i sondaggi danno leggermente in vantaggio il “No”, mentre il tribunale deve esprimersi su un ricorso presentato da alcuni esponenti del “No”, che chiedono che il voto sia rimandato e che il quesito attualmente previsto per la consultazione venga diviso in diversi quesiti.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha commentato lunedì questa possibilità dicendo: «È una cosa che per quello che mi riguarda non esiste. Il referendum si tiene il 4 dicembre come abbiamo fissato, nessuno ci ha chiesto peraltro di fare il contrario. È una boutade giornalistica».

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.