(Pier Marco Tacca - Inter/Inter via Getty Images)
  • Sport
  • domenica 18 settembre 2016

Inter-Juventus 2-1

Nel posticipo della quarta giornata di Serie A l'Inter ha battuto a sorpresa la Juventus, meritando di vincere

(Pier Marco Tacca - Inter/Inter via Getty Images)

Aggiornamento delle 20.15: L’Inter ha battuto 2-1 la Juventus grazie ai gol di Mauro Icardi e di Ivan Perišić. L’Inter ha meritato di vincere: ha giocato meglio della Juventus per tutta la partita, ed è riuscita a rimontare dopo essere andata in svantaggio verso la metà del secondo tempo. Il gol della Juventus è stato segnato da Stephan Lichtsteiner.

***

Inter e Juventus giocheranno stasera a Milano uno dei due posticipi della quarta giornata di Serie A. “Il derby d’Italia”, come viene chiamata la partita fra le due squadre, inizierà alle 18 ed è storicamente uno degli incontri più sentiti da entrambi i club. Si incontreranno due squadre che si trovano in situazioni completamente differenti. La Juventus ha vinto tutte e tre le partite di campionato giocate fin qui e dopo gli acquisti nel calciomercato estivo in molti la considerano una delle squadre più forti d’Europa; l’Inter invece pochi giorni fa ha subito una delle sconfitte più umilianti degli ultimi anni ed è una squadra con parecchi problemi ancora da risolvere. Dalla partita di stasera è lecito aspettarsi una vittoria – anche netta — della Juventus, e che l’Inter faccia di tutto pur di limitare i danni.

La situazione dell’Inter

Frank de Boer allena l’Inter dallo scorso 9 agosto. Compresa la sosta per le partite delle nazionali e il fatto che molti acquisti sono stati compiuti tra la fine di agosto e i primi di settembre, ha allenato la squadra al completo solamente per un paio di settimane. Nelle tre partite di campionato giocate, l’Inter ha dimostrato di essere una squadra senza un’identità precisa e indietro anche dal punto di vista fisico. In questo momento quindi solo il tempo e l’allenamento possono cambiare lo stato di forma della squadra. Arrivare a giocare contro la squadra più forte d’Italia in queste condizioni però potrebbe essere ancora più dannoso, soprattutto in caso di sconfitta con un ampio margine di scarto.

Lo scorso giovedì l’Inter ha perso 2 a 0 in casa la prima partita di Europa League contro i campioni in carica d’Israele, l’Hapoel Be’er Sheva, in quella che è stata di gran lunga la partita più brutta disputata in questo inizio di stagione dall’Inter. De Boer ha schierato le riserve, che si sono dimostrate ancora più lontane dalla condizione dei titolari, e nemmeno l’ingresso in campo di Ever Banega, Mauro Icardi e Antonio Candreva è servito a cambiare la partita.

 

Questa sera contro la Juventus giocherà la squadra titolare, con uno degli ultimi due acquisti, il portoghese Joao Mario, a centrocampo. L’altro nuovo acquisto, il talentuoso attaccante brasiliano Gabriel Barbosa, si è allenato per la prima volta con l’Inter ieri e verrà aggregato alla prima squadra solo dalla prossima partita di campionato.

E quella, molto diversa, della Juventus

Quest’estate la Juventus è diventata per molti una squadra ancora più forte di quella che negli ultimi anni ha dominato la Serie A, aumentando così il divario già notevole con le altre squadre italiane. Senza Paul Pogba e Alvaro Morata ma con Gonzalo Higuain, Miralem Pjanic, Marko Pjaca, Dani Alves e Mehdi Benatia in più, ha iniziato la Serie A con tre vittorie nette contro Fiorentina, Lazio e Sassuolo. Quest’anno la Juventus punta a vincere tutte e tre le competizioni in cui è impegnata, compresa la Champions League, ed ha una rosa in grado di gestire qualsiasi situazione di gioco.

Nella prima giornata dei gironi di Champions League, la Juventus ha pareggiato in casa contro il Siviglia. Ha giocato meglio degli avversari e ha controllato il gioco per lunghi tratti di partita, ma non è riuscita a segnare nonostante abbia avuto diverse occasioni per farlo. Parte del merito del pareggio è anche del Siviglia, che si è difeso in modo molto ordinato, soprattutto nel secondo tempo: per sperare di uscirne bene, l’Inter dovrà fare più o meno la stessa partita.

Le probabili formazioni

Inter (4-2-3-1) Handanovic; Nagatomo, Miranda, Murillo, Santon; Joao Mario, Medel; Candreva, Banega, Perisic; Icardi
Juventus (3-5-2) Buffon; Benatia, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira, Lemina, Pjanic, Alex Sandro; Higuain, Dybala

Dove vedere Inter-Juventus

La partita inizierà alle 18 e sarà trasmessa da Sky, su Sky Sport 1, Sky Supercalcio o in streaming da pc, tablet e smartphone su Sky Go, e da Mediaset Premium, su Premium Sport e Premium Sport HD o in streaming su Premium Play.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.