(ANSA/WWW.CHAMONIX.COM)
  • Italia
  • venerdì 9 Settembre 2016

Il guasto alla funivia sul Monte Bianco

È ripartita la cabinovia panoramica sul lato francese, bloccata da giovedì pomeriggio: sono state evacuate più di 80 persone, più di 16 hanno trascorso la notte sulla funivia

(ANSA/WWW.CHAMONIX.COM)

Poco dopo le 8:00 di oggi, è ripartita la funivia panoramica del Monte Bianco, sul lato francese, rimasta bloccata dal pomeriggio dell’8 settembre a causa di un guasto. A bordo delle cabine c’erano ancora delle persone – 16 secondo l’agenzia di stampa Ansa e i quotidiani italiani, 33 secondo quelli francesi – per le quali non si è più reso necessario il recupero in elicottero, dopo la notte passata sospese sopra al ghiacciaio. Il guasto è avvenuto sulla cabinovia che mette in collegamento le stazioni dell’Aiguille du Midi (3.842 metri) con Punta Helbronner (3.462 metri), al confine con l’Italia. Nel pomeriggio di giovedì la funivia si è bloccata, forse a causa dell’accavallamento di alcuni cavi, dovuto al forte vento in quota: i tecnici hanno provato per ore a farla ripartire, ma a causa delle condizioni meteo i lavori procedevano a rilento e si è resa necessaria l’evacuazione della struttura. Utilizzando gli elicotteri, nel tardo pomeriggio di ieri i soccorritori hanno portato a Punta Helbronner circa 80 persone che si trovavano sulla funivia, e che hanno poi proseguito la discesa utilizzando la nuova funivia SkyWay, in Valle d’Aosta, sul lato italiano.

funivia-monte-biancoImmagine da Chamonix.net

La scarsa visibilità ha poi imposto una sospensione delle attività degli elicotteri, costringendo le 16 persone ancora bloccate a trascorrere la notte nelle cabine della funivia, sospese sopra parte del ghiacciaio del Monte Bianco. Nelle cabine ci sono sempre delle coperte, delle bottiglie d’acqua e delle barrette energetiche e in questo modo le persone bloccate hanno potuto coprirsi e mangiare qualcosa. I passeggeri sono rimasti in contatto radio con i gestori della funivia e non sono stati segnalati malori. Questa mattina il malfunzionamento è stato risolto ed è stato possibile riavviare l’impianto.

La costruzione della funivia interessata dal guasto risale agli anni Cinquanta ed effettua uno dei percorsi più panoramici sopra al Monte Bianco. Dal lato italiano può essere raggiunta tramite SkyWay, la nuova funivia panoramica che mette in comunicazione la stazione di Pontal (Courmayeur) con la stazione intermedia Pavillon e successivamente con Punta Helbronner. Da lì i passeggeri possono proseguire sul versante francese con la funivia interessata dal guasto fino all’Aiguille du Midi, il punto più alto del Monte Bianco raggiungibile in funivia: il viaggio dura 35 minuti, poi con altri impianti si può proseguire fino a Chamonix. La struttura è visibilmente più datata e piccola rispetto a SkyWay, per quanto riguarda le cabine, ma in decenni di attività non ha mai avuto guasti significativi o paragonabili a quello di ieri.