(AP Photo/Emilio Morenatti)
  • Mondo
  • martedì 30 Agosto 2016

Le foto dei 6.500 migranti salvati al largo della Libia

In una grande operazione di soccorso della Guardia costiera e altre organizzazioni, a circa 20 chilometri dalla costa libica

(AP Photo/Emilio Morenatti)

Lunedì 29 agosto 6.500 persone sono state salvate nel mar Mediterraneo al largo della Libia, in una grande missione di soccorso che ha coinvolto in tutto una quarantina di operazioni di salvataggio distinte, a cui hanno partecipato tra gli altri la Guardia costiera italiana, FRONTEX e le ONG Medici senza frontiere e Proactiva open arms. I migranti – soprattutto eritrei e somali – sono stati soccorsi mentre si trovavano a bordo di imbarcazioni di legno sovraccariche, a circa 20 chilometri da Sabrata, una città sulla costa libica. Le barche non avevano il carburante e l’equipaggiamento necessario per arrivare in Italia, ma erano partite nella speranza di riuscire ad arrivare qualche decina di chilometri al largo della costa ed essere raggiunte dai soccorritori. Domenica 28 agosto più di 1.100 migranti erano stati soccorsi nella stessa area.

Il fotografo di Associated Press Emilio Morenatti ha assistito ai soccorsi e ha fotografato alcune delle operazioni di salvataggio: le immagini mostrano alcuni migranti che si buttano in acqua e uomini, donne e bambini (tra cui un neonato di cinque giorni) che riposano dopo essere stati salvati.
Secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM), dall’inizio del 2016 sono arrivati in Italia dal mare circa 105mila migranti, mentre 2.726 persone sono morte nel tentativo di farlo.