• Italia
  • mercoledì 24 agosto 2016

Terremoto: la situazione ad Accumoli

Cos'è successo nel comune di 667 residenti quasi del tutto distrutto dalle scosse, dove in questi giorni ci sono centinaia di turisti

Accumoli è un piccolo comune della provincia di Rieti, nel Lazio: è stato uno dei posti maggiormente danneggiati dal terremoto di magnitudo 6 che ha colpito la zona nella notte tra martedì 23 agosto e mercoledì 24, con epicentro tra Accumoli stesso e Amatrice, che si trova poco più a sud.

Il sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci, ha detto che in città non c’è praticamente più una casa agibile a causa dei danni provocati dal terremoto di questa notte. La Protezione Civile ha detto che le persone morte a causa del terremoto sono 247; il numero dei dispersi è ancora imprecisato. Ci si aspetta tuttavia che questa cifra salga ancora nelle ultime ore, sulla base del numero delle persone disperse. Ad Accumoli sono morte almeno 10 persone, ma anche qui i soccorsi sono in corso ed è probabile che il numero cresca ancora.

Accumoli ha una superficie di circa 87 chilometri quadrati e si trova a circa 855 metri sul livello del mare sull’Appennino umbro-marchigiano, molto vicino al confine con le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo (l’Aquila, per esempio, è a circa 40 chilometri di distanza, Perugia a poco più di 80 chilometri).

È un comune piuttosto piccolo – ha 667 residenti in tutto, divisi in 17 frazioni – ma è una località turistica abbastanza nota nel Lazio: in paese ci sono molte seconde case o case in affitto per i turisti, e in questi giorni il numero delle persone che effettivamente stavano in paese era sicuramente più alto di quello dei residenti nel resto dell’anno. Il centro del comune è composto da un fitto gruppo di case antiche o storiche raccolte intorno a poche strade: i danni più gravi sono stati in questa parte del comune, dove si trovano anche il municipio, l’ufficio postale, la scuola materna e quella elementare.

accumoli_alto(Accumoli visto dall’alto, prima del terremoto – Apple Maps)

Il sindaco Petrucci ha detto che ci sono stati crolli e danni in tutte le 17 frazioni del comune, e questa mattina alle 8 aveva descritto così la situazione: «Il paese è semidemolito: la caserma dei Carabinieri, le chiese, la casa parrocchiale, molte abitazioni sono state colpite. Con 17 frazioni non ho la situazione sotto controllo, in molti punti non prende neanche il telefono». In tutto il sindaco ha detto che ci sono circa 2.500 sfollati. La Croce Rossa ha allestito un campo di accoglienza con tende e altre strutture mobili che possono ospitare circa 250 persone; un altro campo di simile capienza è stato allestito poco fuori Amatrice.

accumoli (Il centro di Accumoli prima del terremoto – Google Maps)

accumoli1
(Il centro di Accumoli prima del terremoto – Google Maps)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.