Barack Obama saluta gli abitanti di Castle Place, una zona di Baton Rouge danneggiata dalle alluvioni - Baton Rouge, 23 agosto 2016 (Ted Jackson/NOLA.com The Times-Picayune via AP)
  • Mondo
  • mercoledì 24 Agosto 2016

Le foto di Obama in Louisiana, dopo le alluvioni

Il presidente americano ha visitato Baton Rouge, dopo le critiche per non avere interrotto prima le sue vacanze

Barack Obama saluta gli abitanti di Castle Place, una zona di Baton Rouge danneggiata dalle alluvioni - Baton Rouge, 23 agosto 2016 (Ted Jackson/NOLA.com The Times-Picayune via AP)

Martedì 23 agosto il presidente statunitense Barack Obama è arrivato a Baton Rouge, la capitale della Louisiana, lo stato americano colpito per oltre una settimana da intense alluvioni. A causa delle forti piogge, in tutta la Louisiana sono morte 13 persone e sono rimaste danneggiate oltre 60mila case: più di 7mila persone sono state trasferite in centri provvisori allestiti in diversi punti dello stato. La Croce Rossa ha definito quello che è successo «il peggior disastro che abbia colpito gli Stati Uniti dall’uragano Sandy». Obama è stato accolto dal governatore della Louisiana, il Democratico John Bel Edwards, e ha visitato alcune zone di Baton Rouge, tra cui Castle Place, particolarmente colpita dalle alluvioni. Il governo americano ha detto di avere già stanziato 120 milioni di dollari per la ricostruzione.

Nei giorni scorsi Obama era stato criticato molto per avere ritardato la visita in Louisiana e non avere interrotto le sue vacanze a Martha’s Vineyard, un’isola del Massachusetts. Donald Trump, il candidato Repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti, aveva attaccato Obama su Fox News e su Twitter. Trump ha visitato le zone attorno a Baton Rouge cinque giorni fa. Alle critiche si era aggiunto anche il principale quotidiano di Baton Rouge, The Advocate, che però ieri ha pubblicato un editoriale molto più conciliante, intitolato: «Benvenuto signor Presidente, la Louisiana ha bisogno di te».