Il fallo per cui Thomas Vermaelen è stato espulso nella partita di ritorno (MIGUEL RIOPA/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 23 Agosto 2016

La Roma è stata eliminata dalla Champions League

È stata battuta 3 a 0 dal Porto nella partita di ritorno dei playoff, finendo l'incontro in 9 contro 11

Il fallo per cui Thomas Vermaelen è stato espulso nella partita di ritorno (MIGUEL RIOPA/AFP/Getty Images)

Il Porto ha battuto la Roma 0 a 3 e si è qualificato così alla fase a gironi della Champions League, il più importante torneo di calcio per club. Il Porto è andato in vantaggio dopo pochi minuti, giocando meglio della Roma, e ha controllato la partita senza grosse difficoltà: anche perché la Roma è rimasta in 10 alla fine del primo tempo dopo l’espulsione di Daniele De Rossi e poi in nove nel secondo tempo dopo l’espulsione di Emerson Palmieri. Nella parte finale della partita il Porto ha segnato altri due gol.

***

Roma e Porto giocheranno questa sera alle 20.45 allo Stadio Olimpico, a Roma, la partita di ritorno dei playoff di Champions League. La partita di andata, giocata in Portogallo, è finita 1 a 1: un risultato che per via del gol segnato in trasferta dà un piccolo vantaggio alla Roma, che potrebbe passare il turno anche con uno zero a zero. Come tutte le partite a eliminazione diretta, però, non sarà facile, dato che il Porto è una squadra molto esperta. I playoff di Champions League possono cambiare la stagione di una squadra: chi passa infatti riceve subito 12 milioni dalla UEFA come premio per la qualificazione, e potrà contare sui ricavi collegati ai diritti televisivi e sui premi partita che ricevono le squadre per aver disputato la fase a gironi e eventualmente anche quella ad eliminazione diretta.

Nella partita di andata la Roma è andata in vantaggio al ventesimo minuto grazie a un autogol del difensore brasiliano Felipe Monteiro: per la prima metà del primo tempo ha giocato bene e meglio del Porto. Dopo il gol però il Porto è cresciuto e al 41esimo minuto il difensore Thomas Vermaelen, appena arrivato a Roma dal Barcellona, è stato espulso per un fallo al limite dell’area di rigore. Nel secondo tempo la Roma, in difficoltà per l’espulsione di Vermaelen, ha subìto il gol del pareggio su calcio di rigore. Il Porto ha avuto altre buone occasioni ma non è riuscito a segnare il secondo gol.

La Roma ha già giocato due partite ufficiali in questa stagione, e fra le squadre italiane è quella che probabilmente è più in forma. Oltre al pareggio di una settimana fa contro il Porto, ha vinto la prima partita di campionato battendo l’Udinese per 4 a 0, dopo aver giocato meglio degli avversari per tutto l’incontro. La rosa a disposizione di Spalletti sembra inoltre ampia abbastanza per poter mantenere alto il livello di rendimento della squadra, e infatti contro l’Udinese hanno giocato Paredes, Emerson, El Shaarawy e Szczesny, che contro il Porto non erano stati schierati titolari. L’unico squalificato per stasera è il difensore Thomas Vermaelen, che probabilmente verrà sostituito da Juan Jesus, acquistato in estate dall’Inter. Nella conferenza stampa di ieri, Spalletti ha parlato dell’importanza che la partita di stasera ha per la Roma e di come pensa di risolvere l’assenza di Vermaelen in difesa: «Giocheranno i migliori. Poi ho solo una scelta da fare in difesa e se non dall’inizio la farò a partita in corso. Domani sera saremo a casa nostra e vogliamo fare i padroni. Noi stanotte dormiremo, saremo tranquilli perché chi ha paura a gestire le tensioni poi ha paura anche a gestire i successi. Chi è fatto così non può giocare nella Roma».

Il Porto invece ha già giocato due partite di campionato, entrambe vinte, e per questa sera non ha né squalificati né infortunati (escluso il centrocampista Sérgio Oliveira, assente anche all’andata). Ha una squadra con un’eta media di circa 25 anni e molti giovani promettenti che negli ultimi anni sono cresciuti parecchio. In questi mesi si è rinforzato acquistando l’ex terzino sinistro dell’Inter Alex Telles e il difensore brasiliano Felipe dal Corinthians. Ha acquistato anche un altro terzino sinistro, il messicano Miguel Layún, e l’attaccante belga Laurent Depoitre dal Gent. Da alcuni mesi ha cambiato allenatore e ha assunto Nuno Espírito Santo, ex portiere ed ex allenatore d Rio Ave e Valencia.

Le probabili formazioni

Roma (4-3-3) Szczesny; Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Emerson Palmieri; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Salah, Džeko, Diego Perotti
Porto (4-3-3) Casillas; Maxi Pereira, Felipe Augusto, Marcano, Layún; H.Herrera, Danilo Pereira, André; Silvestre Varela, André Silva, Corona

Le altre partite di stasera

Oltre a Roma e Porto, questa sera altre otto squadre si giocheranno la qualificazione ai gironi di Champions League. Il Celtic Glasgow giocherà in Israele contro l’Hapoel Beer-Sheva dopo aver vinto 5 a 2 all’andata mentre il Monaco giocherà in casa contro il Villarreal, con il vantaggio di aver vinto 2 a 1 in Spagna. Il Legia Varsavia ha vinto la partita di andata contro gli irlandesi del Dundalk per 2 a 0 ed è favorito per il passaggio del turno, così come lo è il Ludogorets Razgrad, squadra bulgara che all’andata ha sconfitto 2 a 0 in casa i cechi del Viktoria Plzen.

Dove si può vedere Roma-Porto

La partita di stasera non sarà trasmessa in chiaro: sarà visibile in esclusiva agli abbonati Mediaset Premium sul canale Premium Sport o in streaming da pc, tablet e smartphone sulla piattaforma Premium Play.