• postit
  • mercoledì 20 luglio 2016

Pavel Sheremet, giornalista bielorusso molto critico con il presidente Lukashenko, è morto nell’esplosione della sua auto a Kiev

Pavel Sheremet, importante e conosciuto giornalista bielorusso, è stato ucciso questa mattina dopo che l’auto su cui si trovava è esplosa in centro a Kiev, in Ucraina. Sheremet era noto per essere stato molto critico contro il presidente (e dittatore) bielorusso Aleksandr Lukašenko: per la sua attività giornalistica era stato arrestato nel 1997 e due anni dopo era stato premiato con il CPJ International Press Freedom Award, un premio attribuito ai giornalisti impegnati a difendere la libertà di espressione. Nella sua carriera ha lavorato per testate e televisioni russe, bielorusse e ucraine.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.