• Mondo
  • venerdì 15 luglio 2016

Cos’è successo la sera del colpo di stato in Turchia

Venerdì l'esercito è sceso in strada a Istanbul e ad Ankara, e ha detto di aver preso il potere: ci sono stati molti scontri, Erdoğan ha dato la colpa a Fethullah Gülen

Soldati turchi controllano la zona dove sono in corso manifestazioni a sostegno del presidente Recep Tayyip Erdogan in piazza Taksim, a Istanbul (AP Photo/Emrah Gurel)

In Turchia venerdì sera c’è stato un tentativo di colpo di stato, ammesso anche dal primo ministro Binali Yildirim. La situazione è stata molto confusa per tutta la serata: l’esercito è effettivamente sceso in strada sia ad Istanbul sia ad Ankara, e fatto sapere di aver preso il potere. Nelle ore successive Erdogan ha parlato in pubblico condannando i golpisti. Verso l’una e mezza italiana il capo dell’intelligence ha detto che il colpo di stato è fallito, ma la situazione sembra ancora molto complicata ad Ankara, dove l’agenzia di stato turca ha detto che secondo alcuni testimoni è stato bombardato il parlamento (per il momento la notizia non è ancora stata confermata).

A inizio serata l’esercito ha diffuso un comunicato in cui dice di avere preso il controllo del paese per ricostruire l’ordine nazionale. L’esercito è sceso in strada a Istanbul – dove ha occupato i due ponti principali e l’aeroporto – e Ankara. Sono poi circolati racconti e immagini di spari ed esplosioni, ponti bloccati, code ai bancomat e ai supermercati, persone in fuga o in piazza a sostegno di Erdogan. I social network sono stati difficilmente raggiungibili per tutta la serata. A un certo punto il presidente Erdogan si è rivolto al paese attraverso uno smartphone, con l’app Facetime, invitando i suoi sostenitori a scendere in piazza e dando la colpa del golpe al suo avversario politico Fetullah Gulen (che però si è dissociato dall’attacco). Nessuno dei partiti di opposizione ha appoggiato il golpe, e il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha detto che sosterrà il governo di Erdogan. Resta da capire se ci siano morti o feriti causati negli scontri.

Nella storia moderna della Turchia ci sono stati tre colpi di stato riusciti, sempre da parte dell’esercito, l’ultimo nel 1980. La Turchia fa parte della NATO e ha solidi rapporti con l’Unione Europea, soprattutto per quel che riguarda la gestione dell’immigrazione.

Il Post ha seguito le notizie della serata con un liveblog. Se leggi da un cellulare, clicca qui.

02:09 16 Lug 2016

La tv di stato turca è tornata in onda: l’annunciatrice che ha letto il comunicato dell’esercito dice di averlo fatto perché minacciata con un’arma da fuoco.

02:05 16 Lug 2016

Sembra che ci sia stata un’esplosione vicino al Parlamento ad Ankara, causata da un bombardamento. Lo ha detto l’agenzia di stampa di stato turca e alcuni testimoni, tra cui uno che ha parlato con l’agenzia di stampa AP, hanno confermato di aver sentito una esplosione. Secondo la televisione CNN-Turk, alcuni poliziotti e alcune persone che lavorano nel palazzo sono rimaste ferite, ma per ora non ci sono conferme ufficiali.

01:38 16 Lug 2016

Il capo dell’intelligence turca dice che il golpe è stato respinto. 

01:35 16 Lug 2016

Anche l’agenzia curda irachena Rudaw dice che le forze fedeli al governo hanno riconquistato la sede della televisione nazionale, arrestando i militari che la occupavano.

01:32 16 Lug 2016

Per i golpisti sembra che le cose si stiano mettendo male. Ad Istanbul le televisioni hanno mostrato le immagini di militari che si ritiravano, circondati da una folla ostile. Altri video circolati su Twitter hanno mostrato alcuni soldati apparentemente sotto custodia di alcuni ufficiali di polizia. Tutti i principali partiti politici, compresi quelli d’opposizione, hanno dichiarato la loro opposizione al golpe, mentre il presidente degli Stati Uniti ha dichiarato il suo appoggio al governo democraticamente eletto.

01:31 16 Lug 2016

L’agenzia di stampa di stato turca Anadolu Agency ha detto che la polizia ha ucciso quattro soldati tra i responsabili del colpo di stato che stavano tentando di prendere il controllo della televisione nazionale TRT.

01:28 16 Lug 2016

Un uomo con una bandiera turca macchiata di sangue sul ponte sul Bosforo, a Istanbul (BULENT KILIC/AFP/Getty Images)

01:23 16 Lug 2016

Le maggiori agenzie di stampa internazionali riportano che secondo la televisione turca NTV degli aerei F16 hanno abbattuto un elicottero dei golpisti. La notizia è confermata dall’agenzia di stato turca.

01:19 16 Lug 2016

Il partito curdo HDP ha twittato dal suo account ufficiale condannano qualsiasi colpo di stato militare.

01:16 16 Lug 2016

Mahir Zeynalov, un giornalista che collabora con al Arabiya e con l’Huffington Post ha pubblicato un filmato che mostrerebbe alcuni militari turchi arrestati dalla polizia.

01:14 16 Lug 2016

Ecco il comunicato completo della Casa Bianca.

01:13 16 Lug 2016

Il religioso Fetullah Gulen, accusato da Erdogan di essere il manovratore del golpe, ha condannato qualunque interferenza dei militari nella vita politica del paese.

01:11 16 Lug 2016

Anche l’ex primo ministro turco Ahmet Davutoglu ha invitato i turchi a scendere in piazza per sostenere il governo.

01:08 16 Lug 2016

L’agenzia di stato turca dice che 17 poliziotti sono morti in un attacco a una sede della polizia ad Ankara.

01:07 16 Lug 2016

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha chiesto supporto per il governo democraticamente eletto della Turchia, cioè il governo del presidente Erdogan, la cui ubicazione al momento è ignota. Nella sua dichiarazione, Obama non ha comunque citato il presidente turco per nome.

01:05 16 Lug 2016

Manifestanti cercano di bloccare i carri armati ad Ankara. (AP Photo/Burhan Ozbilici)

00:56 16 Lug 2016

Carri armati in strada a Istanbul (Defne Karadeniz/Getty Images) 

00:55 16 Lug 2016

Diverse moschee di Istanbul stanno invitando i fedeli musulmani a scendere in piazza, nonostante non sia l’ora della preghiera. Fonti sul posto hanno confermato al Post che gli imam delle moschee di Istanbul hanno chiamato i fedeli a protestare contro il golpe.

00:51 16 Lug 2016

Diversi alti ufficiali delle forze armate, tra cui il comandante della marina, hanno detto di non appoggiare il golpe, ma al momento nessun reparto militare ha pubblicamente detto di appoggiare il presidente Erdogan e non ci sono ancora notizie di scontri tra militari.

00:46 16 Lug 2016

All’aeroporto Ataturk di Istanbul ci sono proteste contro i militari che occupano la struttura.

00:43 16 Lug 2016

L’account Twitter della polizia turca ha twittato: “tutte le persone sono invitate a scendere in piazza per difendere la democrazia”.

00:37 16 Lug 2016

Girano diverse notizie su dove si stia dirigendo Erdogan in questo momento: prendetele con le pinze, dato che non sono state riprese da nessuna agenzia internazionale.

00:36 16 Lug 2016

Soldati turchi controllano la zona dove sono in corso le manifestazioni a sostegno del presidente turco Recep Tayyip Erdogan in piazza Taksim, a Istanbul. (AP Photo/Emrah Gurel)

00:34 16 Lug 2016
Il punto della situazione

• In Turchia è in corso un colpo di stato da parte dell’esercito. Non è ancora chiaro quanta parte delle forze armate appoggi il golpe.
• Non è chiaro dove si trovi al momento il presidente Erdogan che alle 23.31, ora italiana, ha parlato con CNN Turkey in diretta dal suo cellulare.
• Unità militari sono schierate a Istanbul, dove hanno bloccato i due ponti sul Bosforo e nella capitale Ankara. Ci sono notizie di spari e di attacchi da parte di elicotteri.
• Sembra che siano in corso diversi scontri tra militari, unità di polizia e manifestanti a favore del governo.
• L’aeroporto Ataturk di Istanbul è stato occupato e tutti i volti sono stati sospesi.

00:30 16 Lug 2016

Il video degli spari sul ponte del Bosforo a Istanbul, poco fa (attenzione, le immagini sono piuttosto forti).

00:30 16 Lug 2016

Sostenitori del presidente turco Recep Tayyip Erdogan protestano davanti ai soldati in piazza Taksim, a Istanbul. (AP Photo/Emrah Gurel)

00:21 16 Lug 2016

Alcuni testimoni hanno detto a Reuters di aver visto dei carrarmati fare fuoco contro il Parlamento ad Ankara.

00:18 16 Lug 2016

Ad Istanbul sono in corso scontri intorno ai ponti sul Bosforo. Dalle immagini delle televisioni sul posto si sentono spari e si vedono persone ferite cadere a terra.

00:09 16 Lug 2016

I leader  dei due principali partiti di opposizione, il CHP e l’MHP, hanno entrambi fatto dichiarazioni contro il colpo di stato e a sostegno della democrazia. 

00:04 16 Lug 2016

Ad Ankara la situazione è molto caotica, circolano molte voci ed è complicato distinguere quelle affidabili da quelle che non lo sono. Negli scorsi minuti su Twitter diversi testimoni hanno raccontato di aver sentito spari provenire da un elicottero: lo ha detto anche una fonte a Reuters (anche se non è chiaro dove siano stati sparati i colpi, nel caso). Altri testimoni dicono, dice CNN-Turk, hanno raccontato di aver sentito spari provenienti dalla zona del palazzo presidenziale e una forte esplosione nella sede della tv di stato.

00:02 16 Lug 2016

Mike Isaac del New York Times dice che secondo una società di analisti Twitter e Facebook in Turchia hanno grossissimi problemi tecnici.

23:59 15 Lug 2016

Non sappiamo dove si trovi al momento il presidente  Erdogan, ma sappiamo che pochi minuti fa era in diretta dal suo telefono con CNN Turchia. Alcuni dicono che Erdogan avrebbe chiesto asilo in Germania, ma al momento non ci sono conferme ufficiali. 

23:54 15 Lug 2016

Federica Mogherini, Alto rappresentante  per la politica estera e di sicurezza dell’Unione Europea, ha chiesto a entrambe le parti di moderarsi e di rispettare le istituzione democratiche.

Si tratta di una dichiarazione abbastanza diversa da quella del segretario di Stato americano John Kerry.

23:54 15 Lug 2016

In un quartiere “conservatore” della parte asiatica di Istanbul, decine di persone sono scese in piazza.

23:51 15 Lug 2016

Ad Ankara si è sentita una forte esplosione.

23:48 15 Lug 2016

La coda a un benzinaio a Izmir.

23:45 15 Lug 2016

Nel suo intervento televisivo via cellulare, Erdogan ha dato la colpa del golpe in corso ai “gulenisti”, i seguaci di Fethullah Gülen, un religioso turco che vive in esilio negli Stati Uniti, ma che dispone ancora di un vasto seguito nel paese. In passato Erdogan e Gülen erano alleati politici, ma in seguito le loro strade si sono divise. Secondo Erdogan, tutti gli apparati dello stato sono infiltrati dai “gulenisti” e per rimuoverli, il presidente turco ha compiuto diverse campagne di licenziamenti e arresti nei confronti dei supposti seguaci del suo rivale.

23:45 15 Lug 2016

La polizia di guardia davanti al quartier generale dell’esercito turco ad Ankara (Kutluhan Cucel/Getty Images) 

23:42 15 Lug 2016

La fila di fronte a un supermercato a Istanbul.

23:41 15 Lug 2016

Erdogan ha detto che il colpo di stato è stato compiuto da una minoranza dell’esercito e che presto i colpevoli saranno puniti. Molti commentatori, comunque, scrivono che le sue parole non sono molto convincenti, visto che a quanto sembra l’unico mezzo di comunicazione di cui dispone è un telefonino, mentre apparentemente i militari controllano tutti i principali media Turchi.

23:38 15 Lug 2016

Erdogan ha detto di non sapere se il capo dell’esercito sia stato preso o meno in ostaggio.

23:36 15 Lug 2016

Erdogan ha aggiunto che sta andando ad Ankara, e che il colpo di stato non avrà successo.

23:32 15 Lug 2016

Diverse persone stanno effettivamente scendendo in strada in varie città turche (Daily Sabah è molto filo Erdogan).

23:31 15 Lug 2016

Erodagan ha dato la colpa del colpo di stato alle persone vicine al politico turco Fethullah Gülen, da anni un avversario di Erdogan, e ha incoraggiato le persone a scendere per strada per manifestare l’appoggio al governo.

23:30 15 Lug 2016

Erdogan sta parlando alla tv in diretta da uno smartphone.

23:27 15 Lug 2016

Il ponte sul Bosforo a Istanbul, illuminato con i colori della bandiera francese in segno di solidarietà per le persone uccise ferite nella strage a Nizza. Il passaggio sul ponte è stato interrotto dall’esercito turco durante il colpo di stato.  (AP Photo/Lefteris Pitarakis) 

23:26 15 Lug 2016

Il dipartimento di Stato americano ha scritto su Twitter che è in corso una sparatoria ad Ankara, ma non ha precisato dove.

23:25 15 Lug 2016

Il segretario di stato americano John Kerry ha detto che spera che la pace e la stabilità continuino in Turchia e si è rifiutato di esprimere altri commenti.

Si tratta di una dichiarazione estremamente cauta, sopratutto considerato che, in teoria, il governo turco è un alleato degli Stati Uniti.

23:21 15 Lug 2016

Alla tv di stato TRT hanno annunciato che adesso il paese è governato da un “Consiglio della pace” guidato dai militari. Nell’annuncio hanno specifica che l’azione militare è stata resa necessaria dal crescente autoritarismo di Erdogan e dalla sua incapacità di tenere sotto controllo il terrorismo

23:21 15 Lug 2016

Nella storia della Turchia prima di oggi ci sono stati tre interventi militari, tra cui due veri e propri colpi di stato, nel 1960 e nel 1980. Nel 1971 l’esercito obbligò il governo alle dimissioni, inviando un ultimatum al primo ministro, senza bisogno di schierare le truppe per le strade. Nelle altre due occasioni, invece, ci furono arresti, condanne a morte ed esecuzioni sommarie. I colpi di stato sono sempre stati compiuti dall’esercito, che in Turchia si considera il guardiano dello stato laico e unitario fondato negli anni Venti da Mustafà Kemal.

23:20 15 Lug 2016

Alla tv di stato turca un conduttore ha annunciato che è entrata in vigore la legge marziale.

23:19 15 Lug 2016

Piotr Zalewski, il corrispondente dell’Economist dalla Turchia, dice che fuori da casa sua a Istanbul la gente è corsa ai bancomat.

23:13 15 Lug 2016

La tv di stato turca Türkiye Radyo ve Televizyon Kurumu (TRT) dice che tutti gli aeroporti turchi sono stati chiusi.

23:10 15 Lug 2016

A Istanbul un soldato è stato filmato mentre dice a un passante: «è un colpo di stato, va’ a casa».

23:08 15 Lug 2016

Da alcuni minuti i media vicini al governo stanno scrivendo che Erdogan diffonderà presto un comunicato.

23:07 15 Lug 2016

23:02 15 Lug 2016

L’edizione turca di CNN dice che un gruppo di soldati turchi ha circondato la sede dell’AKP – il partito di Erdogan – a Istanbul (Borzou Daragahi è un bravo giornalista che segue il Medio Oriente per BuzzFeed).

23:01 15 Lug 2016

Una fonte dell’ufficio della presidenza ha detto a Reuters che Erdogan è “al sicuro”.

22:58 15 Lug 2016

L’agenzia governativa dice che il capo dell’esercito sarebbe “tenuto in ostaggio” – riporta AFP – nella sede delle forze armate.

22:57 15 Lug 2016

Le notizie che arrivano dalla Turchia sono ancora molto confuse. Per ora i punti principali sono questi:

• L’esercito ha diffuso un comunicato in cui dice di aver preso il potere. Il tentativo di colpo di stato è stato confermato dal primo ministro turco Binali Yildirim.
• Ci sono soldati per strada a Istanbul, sia sul ponte del Bosforo sia all’aeroporto. Reuters ha detto che tutti i voli da e per l’aeroporto di Istanbul sono stati cancellati.
• Sembra che l’uso dei social network sia molto difficoltoso.

Cosa non sappiamo:

• Dove sia il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan
• Se il colpo di stato è stato organizzato dall’esercito intero o solamente da una sua parte
• Se ci sono scontri in corso a causa del colpo di stato

22:55 15 Lug 2016

Alcune prime interpretazioni di quello che sta succedendo sembrano anche mettere in conto la possibilità che si tratti di un’iniziativa per rafforzare il governo e il presidente Erdogan, e non solo il contrario, ma vengono da fonti di opposizione a Erdogan (che peraltro controlla gran parte dei media e delle informazioni ufficiali).

Mostra commenti ( )