Un partecipante a un corteo anti Trump parla con un gruppo di poliziotti a San Diego, 27 maggio 2016 (MARK RALSTON/AFP/Getty Images)

Le foto degli scontri a un altro corteo anti Trump

È avvenuto fuori da un centro congressi di San Diego dove parlava il candidato Repubblicano: hanno partecipato un migliaio di persone e ci sono stati 35 arresti

Un partecipante a un corteo anti Trump parla con un gruppo di poliziotti a San Diego, 27 maggio 2016 (MARK RALSTON/AFP/Getty Images)

Venerdì 27 maggio a San Diego, in California, si è tenuto uno dei più grandi cortei contro Donald Trump, il controverso candidato Repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti. Circa un migliaio di persone si sono radunate fuori dal centro congressi della città, dove era in programma un comizio di Trump: dopo alcuni scontri con la polizia e con un gruppo di sostenitori di Trump, sono state arrestate 35 persone. Il Guardian ha comunque precisato che il corteo è stato pacifico, e che le cose sono decisamente peggiorate solo quando la polizia ha deciso di spostare il corteo dall’esterno del centro congressi (per via di comportamenti “fuori legge” da parte dei manifestanti, dicono loro). La polizia di San Diego, che per disperdere i manifestanti ha utilizzato bastoni e spray al peperoncino, ha comunque fatto sapere che non ci sono stati feriti.

Ormai da mesi i comizi di Trump sono diventati luoghi di scontro fra manifestanti, polizia e sostenitori di Trump: lo scorso aprile in California alcuni manifestanti ruppero il finestrino di un’auto della polizia e provarono a ribaltarla. A marzo a Chicago ci furono scontri tra i sostenitori di Trump e alcuni contestatori: per precauzione il comizio del candidato Repubblicano fu annullato.