Cosa sappiamo del nuovo film di gangster di Martin Scorsese

Si dovrebbe intitolare "The Irishman" e gli attori principali dovrebbero essere Al Pacino e Robert De Niro: serve altro?

(Pascal Le Segretain/Getty Images)

Secondo quanto scritto dai più importanti siti e giornali di cinema, durante il festival del cinema di Cannes in corso in questi giorni la società STX Entertainment ha pagato 50 milioni di dollari per avere i diritti di distribuzione all’estero del prossimo film di Martin Scorsese. Il film si dovrebbe intitolare The Irishman, sarà un gangster movie e nel cast ci dovrebbero essere Robert De Niro e Al Pacino Hollywood Reporter ha scritto che l’accordo tra STX Entertainment e i produttori del film è arrivato molto tardi, ore dopo che i più festaioli avevano già lasciato l’Hotel du Cap, un famoso hotel cinque stelle vicino a Cannes, al termine di «una trattativa che renderebbe orgoglioso il più cocciuto dei negoziatori».

Scorsese non ha ancora iniziato a girare il film e per ora non c’è nulla di davvero ufficiale. Il titolo potrebbe cambiare e nel cinema poche cose sono sicure, soprattutto quando si tratta di attori: è anche successo che alcuni attori iniziassero a girare un film e poi venissero sostituiti. Tutti le fonti più attendibili danno però per certa la presenza di De Niro e Al Pacino, che non sembrano proprio essere due attori che, una volta sul set, si rivelino essere sbagliati per il ruolo. Specialmente se quel ruolo è per un film di gangster di Scorsese.

È da Casinò – film del 1995 – che Scorsese non lavora con De Niro; ed è da Sfida senza regole – un thriller del 2008 – che De Niro non lavora con Pacino. Sarebbe tra le altre cose la prima volta in cui Pacino reciterebbe in un film di Scorsese. Sembra anche che Scorsese abbia chiesto a Joe Pesci – famoso soprattutto per il suo ruolo in Quei bravi ragazzi – di recitare in The Irishman. Pesci si è praticamente ritirato dal cinema da anni e pare che abbia rifiutato l’offerta.

The Irishman non sarà però il prossimo film di Scorsese a uscire nei cinema, bensì il prossimo su cui dovrebbe mettersi a lavorare. Nei prossimi mesi uscirà infatti Silence: diretto da Scorsese, ambientato nel Diciassettesimo secolo, racconta la storia della persecuzione di due preti cattolici in Giappone. Nel cast ci sono Liam Neeson e Adam Driver. Del film si parla da anni e c’è già chi lo dà tra i favoriti per gli Oscar del 2017. Intanto Scorsese sta anche pensando a un film biografico su Frank Sinatra.

Anche di The Irishman si parla da anni, almeno dal 2008. Le cose stanno andando per le lunghe soprattutto perché il budget previsto per il film è circa 100 milioni di dollari: sono tanti pure per Scorsese, soprattutto per un gangster movie, in cui di solito non servono molti effetti speciali. Scorsese nel film vorrebbe usare una tecnologia piuttosto complicata per ringiovanire gli attori, per poter far così interpretare a Pacino e De Niro dei personaggi che in certe parti del film dovrebbero avere molti meno anni di quanti loro ne hanno in realtà. Per far invecchiare un attore giovane basta un po’ di trucco e una parrucca; ringiovanirlo è più complicato.

Della sceneggiatura di The Irishman si sta occupando Steve Zaillian, che ha già lavorato con Scorsese per Gangs of New York. Il film è basato su un famoso romanzo su Frank Sheeran, un criminale statunitense di origini irlandesi conosciuto come “The Irishman”. Sheeran morì nel 2003 e fu accusato di avere legami con la famiglia Bufalino, una delle storiche famiglie della mafia statunitense. Poco prima di morire Sheeran confessò di aver ucciso Jimmy Hoffa, un sindacalista statunitense la cui storia è stata raccontata in Hoffa – Santo o mafioso?un film con Jack Nicholson del 1992.

Hollywood Reporter scrive che Sheeran sostenne anche di aver avuto un ruolo nell’omicidio di John Fitzgerald Kennedy. Il romanzo su Sheeran è intitolato I Heard You Paint Houses e uscì dopo la sua morte.

i-heard-you-paint-houses

Mostra commenti ( )