• postit
  • giovedì 12 Maggio 2016

La filosofa e deputata Michela Marzano si è dimessa dal gruppo del PD alla Camera criticando l’assenza della stepchild adoption nella legge sulle unioni civili

La filosofa e deputata Michela Marzano ha presentato le sue dimissioni dal gruppo del PD alla Camera criticando l’assenza della stepchild adoption nella legge sulle unioni civili approvata definitivamente ieri. Nella lettera di dimissioni inviata al capogruppo Ettore Rosato ha scritto: «Sui temi dei diritti e dell’etica -ho sempre detto e difeso gli stessi valori e gli stessi principi. E non me la sento, oggi, di non essere coerente con me stessa e con le mie battaglie per opportunità politica. Lo so che, sulle unioni civili, non si poteva forse fare diversamente e considero che sia importante per l’Italia avere finalmente una norma che garantisca e protegga le persone omosessuali. Aver però eliminato ogni riferimento a ‘famiglia’ e ‘familiare’ – parlando delle unioni civili come una semplice ‘specifica formazione sociale’ – e aver stralciato la ‘stepchild adoption’ rappresentano un vulnus per me difficile non solo da accettare, ma anche da giustificare pubblicamente».

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.