• postit
  • mercoledì 11 Maggio 2016

Fiamma Nirenstein ha rinunciato alla sua ipotizzata nomina ad ambasciatrice di Israele in Italia

Nel pomeriggio di ieri Nirenstein ha avuto un lungo colloquio a Gerusalemme con Dore Gold, direttore generale del ministero degli Esteri. Poi ha spiegato la scelta in un comunicato ufficiale: «Ringrazio il primo ministro per la sua fiducia in me. Voglio esprimere la volontà di continuare a contribuire allo Stato di Israele al meglio delle mie possibilità». Le ragioni sono «personali» come ribadiscono i consiglieri di Netanyahu all’agenziaAnsa. Il primo ministro israeliano non ha cambiato idea e tantomeno la causa sarebbe l’articolo ripescato da Haaretz: «Il premier non ha ritirato il suo appoggio alla candidatura». L’unica motivazione pubblica resta quel «personali».

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.