(EPA/HO)
  • Mondo
  • mercoledì 13 Aprile 2016

Le foto di Renzi in Iran

Il PresdelCons è stato a Teheran con diversi manager per vedere se si possono fare delle cose insieme dopo la fine delle sanzioni

(EPA/HO)

Tra martedì 12 e mercoledì 13 aprile il presidente del Consiglio Matteo Renzi è stato in visita a Teheran, la capitale dell’Iran. Il 12 aprile ha incontrato per circa un’ora e mezza il presidente Hassan Rouhani al palazzo Saadabad, la residenza presidenziale. Tra gli obiettivi della visita di Renzi in Iran c’era la discussione sulle possibilità di esportazioni italiane in Iran dopo la fine delle sanzioni internazionali nel paese. Durante la visita di Rouhani in Italia lo scorso gennaio erano stati firmati diversi accordi commerciali, che prevedevano dei prestiti concessi all’Iran e un accordo per una collaborazione tra le Ferrovie italiane e quelle iraniane sulla ricerca per i treni ad alta velocità e sulla formazione del personale, per un valore di 3,5 miliardi di euro. Insieme a Renzi ci sono alcuni imprenditori e manager italiani, tra cui l’amministratore delegato di Eni Claudio De Scalzi, quello di Mediobanca Alberto Nagel e quello del Gruppo Ferrovie dello Stato Renato Mazzoncini. Secondo Repubblica, a gennaio «erano stati annunciati altri accordi preliminari con le imprese italiane per un valore di 4,5 miliardi nel settore della siderurgia e degli impianti industriali, più un altro da 4 miliardi in infrastrutture e trasporti».

Dopo l’incontro, Rouhani ha detto: «L’Italia è un amico prezioso dell’Iran. Ricordiamo come anche nel periodo delle sanzioni le posizioni italiane siano state le più eque nei confronti del Paese. Anche se l’Italia non faceva parte dei negoziati del 5+1, possiamo dire che la presenza della Mogherini ha dato il suo contributo. Dopo la fine delle sanzioni, il mio primo viaggio in Europa è stato in Italia». Renzi invece ha definito un «passaggio storico» la fine delle sanzioni contro l’Iran, e ha detto che è necessario coinvolgere l’Iran per combattere lo Stato Islamico. Mercoledì, dopo aver visitato il Museo archeologico di Teheran, Renzi ha partecipato a un Business forum italo-iraniano, dove ha detto che il ministro dell’Economia Pier Paolo Padoan andrà prossimamente a Teheran per discutere dei prestiti.