(Getty Images/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 10 Aprile 2016

MotoGP di Austin: ha vinto ancora Marquez

Lorenzo è arrivato secondo e Iannone terzo, Rossi è caduto al terzo giro

(Getty Images/Getty Images)

Marc Marquez, pilota spagnolo della Honda, ha vinto il Gran Premio di Austin, noto anche come Gran Premio delle Americhe perché si corre sul Circuit of the Americas. Jorge Lorenzo, pilota Yamaha, è arrivato secondo, mentre l’italiano Andrea Iannone che corre per Ducati è arrivato terzo. Valentino Rossi si è ritirato dopo una caduta al terzo giro – provocata da un errore e da un problema alla frizione – mentre Andrea Dovizioso, altro pilota Ducati, è caduto al sesto giro dopo essere stato toccato dalla moto di Daniel Pedrosa, caduto anche lui. In classifica generale ora Marquez è primo con 66 punti, seguito da Lorenzo con 45 e da Rossi con 33. Il prossimo Gran Premio di MotoGP sarà il 24 aprile sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera.

Ordine di arrivo
1 Marc MARQUEZ (SPA) Repsol Honda Team Honda 43’57.945
2 Jorge LORENZO (SPA) Movistar Yamaha MotoGP Yamaha +6.107
3 Andrea IANNONE (ITA) Ducati Team Ducati +10.947
4 Maverick VIÑALES (SPA) Team SUZUKI ECSTAR Suzuki +18.422
5 Aleix ESPARGARO (SPA) Team SUZUKI ECSTAR Suzuki +20.711
6 Scott REDDING (GBR) OCTO Pramac Yakhnich Ducati +28.961
7 Pol ESPARGARO (SPA) Monster Yamaha Tech 3 Yamaha +32.112
8 Michele PIRRO (ITA) OCTO Pramac Yakhnich Ducati +32.757
9 Hector BARBERA (SPA) Avintia Racing Ducati +34.592
10 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia +40.211
11 Alvaro BAUTISTA (SPA) Aprilia Racing Team Gresini Aprilia +45.423
12 Eugene LAVERTY (IRL) Aspar Team MotoGP Ducati +47.127
13 Tito RABAT (SPA) Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda +47.426
14 Yonny HERNANDEZ (COL) Aspar Team MotoGP Ducati +51.190
15 Loris BAZ (FRA) Avintia Racing Ducati +1’12.929
16 Cal CRUTCHLOW (GBR) LCR Honda Honda +1’19.252
17 Bradley SMITH (GBR) Monster Yamaha Tech 3 Yamaha +1’28.036
Ritirati:
26 Dani PEDROSA (SPA) Repsol Honda Team Honda 148.0 10 Laps
4 Andrea DOVIZIOSO (ITA) Ducati Team Ducati 157.8 15 Laps
46 Valentino ROSSI (ITA) Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 156.2 19 Laps

***

Nelle qualifiche ufficiali di sabato sera lo spagnolo della Honda Marc Marquez ha fatto il tempo migliore e partirà in pole position. Dietro di lui partiranno due piloti Yamaha: lo spagnolo Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Il GP di Austin fa parte del Mondiale di MotoGP dal 2013 e finora è sempre stato vinto da Marquez, che è favorito anche quest’anno. Dopo la vittoria di domenica scorsa, Marquez è anche primo nella classifica del Motomondiale, con otto punti di vantaggio su Rossi.

Le qualifiche

I primi tre piloti in griglia di partenza sono gli stessi del Gran Premio d’Argentina, solo che questa volta Lorenzo è secondo e Rossi terzo. Sia Lorenzo che Marquez sono stati molto veloci durante le qualifiche: sono separati di soli 69 millesimi di secondo. Marquez, che sul GP delle Americhe è sempre partito in pole position, ha fatto un tempo sul giro di 2 minuti, 3 secondi e 188 millesimi. Rossi ci ha messo circa quattro decimi di secondo in più e alla fine delle qualifiche ha detto: «Siamo migliorati molto. Avevo lo stesso passo di Jorge [Lorenzo]. Credo di aver fatto un buon giro e qui è fondamentale partire in prima fila». Dietro a Marquez, Lorenzo e Rossi partiranno Maverick Vinales (spagnolo della Suzuki), Cal Crutchlow (britannico della Honda) e Andrea Dovizioso (italiano della Ducati). Andrea Iannone, anche lui pilota della Ducati, ha fatto il quarto tempo ma partirà dalla settima posizione per via di una penalità dovuta a quello che ha fatto nell’ultimo giro del GP d’Argentina. Ora ci arriviamo.

Una settimana fa in Argentina

Fino all’ultima curva del Gran Premio d’Argentina al primo posto c’era Marquez, seguito con molti secondi di ritardo da un “trenino” formato da Dovizioso, Iannone e Rossi. Nel cercare di superare il suo connazionale e compagno di scuderia Dovizioso, Iannone è caduto, colpendo la moto di Dovizioso e facendo così cadere anche lui. Dall’aver quasi portato due piloti sul podio, la Ducati si è ritrovata ad avere un pilota ritirato (Iannone) e un altro pilota (Dovizioso) che ha preso qualche punto solo perché dopo la caduta ha spinto la sua moto fino al traguardo: è arrivato 13esimo. All’ultima curva Rossi è così riuscito a passare dal quarto al secondo posto. Dietro a Marquez e Rossi sono arrivati Dani Pedrosa – spagnolo della Honda – e altri due piloti Ducati, che però guidano moto non ufficiali: Laverty e Barbera.

Quella in Argentina è stata una gara molto strana: si è corsa su una pista in parte bagnata e a causa dei problemi avuti dalle gomme Michelin tutti i piloti sono stati costretti da regolamento a fermarsi ai box a metà gara per cambiare moto e gomme. Prima del cambio-moto, Rossi andava benissimo ed era anche riuscito a superare per poco Marquez, ma poi aveva perso posizioni.

Il circuito delle Americhe

Il circuito delle Americhe di Austin è stato inaugurato nell’ottobre 2012 ed è stato appositamente costruito per poter ospitare una delle gare del Mondiale di Formula 1. Dal 2013 il circuito ospita sia la MotoGP che la Formula 1, che quest’anno arriverà ad Austin a ottobre. Il circuito delle Americhe è stato progettato dal tedesco Herman Tilke, il disegnatore della maggior parte dei circuiti di Formula 1 realizzati negli ultimi vent’anni. Il circuito delle Americhe è lungo poco più di cinque chilometri e 500 metri e può ospitare circa 120mila spettatori. Ha un lungo rettilineo di un chilometro e 200 metri, 11 curve a sinistra e nove a destra. I piloti di MotoGP dovranno farci 21 giri, per un totale di quasi 116 chilometri. Il circuito delle Americhe ha una particolarità: alla fine del rettilineo c’è una salita di 41 metri di dislivello.

motogp-austin

Come vedere il GP di Austin in tv o in streaming

Il Gran Premio di Austin si potrà seguire su Sky Sport MotoGP HD (il canale 208 di Sky) e in streaming su Sky Go dalle 21. Sky Sport trasmetterà in diretta tutti i 18 Gran Premi di MotoGP del 2016, ma alcuni Gran Premi saranno trasmessi anche in chiaro su TV8 (quello di Austin non è tra questi). Il GP di Austin si potrà comunque vedere in differita su TV8 da mezzanotte.