• Moda
  • venerdì 1 aprile 2016

Beyoncé ha fatto una linea di vestiti sportivi

E per promuoverli li indossa in un video e in una serie di foto che ricordano più gli allenamenti di Rocky che una sessione di aerobica

Giovedì la cantante statunitense Beyoncé Knowles ha presentato Ivy Park, la sua prima linea di abbigliamento, realizzata in collaborazione con Philip Green, capo di Topshop. La notizia è stata accompagnata dal lancio del sito, di un video e di alcune foto in cui Beyoncé indossa capi della linea. Si tratta di vestiti sportivi molto “tecnici” e allo stesso tempo alla moda, che possono essere indossati per allenarsi ma anche per stare comodi. Ivy Park punta da un lato sulla figura di Beyoncé, considerata un modello da molte donne per il suo noto impegno “femminista”, dall’altro sul successo dello stile athleisure, cioè la tendenza a portare leggings, tute e abiti prima destinati solo alla palestra, e oggi utilizzati nella vita di tutti i giorni.

I capi sono circa 200: felpe col cappuccio, calzini, giubbotti, leggings, body con finiture in maglia e top. Si potranno acquistare dal 14 aprile in oltre 50 paesi: saranno rivenduti nei negozi di Topshop e dei grandi magazzini Selfridges, oltre che online sempre su Topshop, Zalando, e Net-a porter (sul sito c’è l’elenco di tutti i rivenditori). I prezzi vanno da 30 dollari (circa 25 euro) per il pezzo più economico ai 200 dollari (175 euro). Il nome della collezione unisce il secondo nome della figlia di Beyoncé, Blue Ivy, con quello della sua società Parkwood Entertainment.

Il video e le immagini promozionali richiamano gli ideali di duro lavoro, forza e spirito di sacrificio che si ritrovano anche nei testi e nei video musicali di Beyoncé. Le foto sottolineano soprattutto la forza, l’energia e i muscoli di Beyoncé e, scrive il Guardian, ricordano più gli allenamenti di boxe di Rocky che le lezioni di aerobica di Jane Fonda su YouTube. Il video mostra Beyoncé mentre si sottopone a esercizi pesanti e faticosi, con la sua voce in sottofondo che invita a non mollare mai e non arrendersi alla fatica. Beyoncé ha detto che anche con i suoi abiti vuole «sostenere e ispirare le donne», facendole sentire «forti e sicure di sé». La notizia della collaborazione tra Beyoncé e Philip Green è dell’ottobre 2014, quando i due fondarono una joint venture insieme per aprire un marchio di abbigliamento. Beyoncé ha impiegato 18 mesi per realizzare la collezione, con l’aiuto della stilista britannica Karen Langley, che ha curato l’abbigliamento di Beyoncé in molti suoi video.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.