I giocatori dell'Italia nella partita conto la Spagna (Claudio Villa/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 29 Marzo 2016

Stasera c’è Germania-Italia

E sarà una partita da vedere: loro sono i campioni del mondo in carica ma l'Italia arriva dalla buona partita contro la Spagna

I giocatori dell'Italia nella partita conto la Spagna (Claudio Villa/Getty Images)

Questa sera, all’Allianz Arena di Monaco di Baviera, si giocherà l’amichevole tra le nazionali di calcio di Italia e Germania. Per l’Italia quella di stasera è la seconda amichevole delle quattro in programma prima del 10 giugno, il giorno in cui inizieranno gli Europei in Francia: la prima, giocata giovedì scorso contro la Spagna, è finita 1 a 1. Dopo la Germania, l’Italia giocherà contro la Scozia il 29 maggio e il 6 giugno contro la Finlandia. Considerando che gli Europei inizieranno fra poco più di due mesi, queste quattro partite sono tutte un po’ più importanti delle amichevoli che la nazionale solitamente gioca durante l’anno ma l’incontro di stasera, in particolare, lo è anche per altri motivi.

Quella fra Italia e Germania, nazionale campione del mondo in carica, è probabilmente una delle rivalità calcistiche più vecchie e sentite in Europa, che parte dallo storico 4 a 3 della semifinale dei Mondiali del 1970, passa dalla finale dei Mondiali del 1982 vinta dall’Italia per 3 a 1 e dalla semifinale dei Mondiali del 2006 vinta ancora dall’Italia in casa della Germania, ai tempi supplementari, per 2 a 0. Anche agli ultimi Europei del 2012, Italia e Germania si sono incontrate in semifinale, ed anche qui ha vinto l’Italia grazie a due gol di Mario Balotelli, nonostante fosse nettamente sfavorita: la Germania non vince contro l’Italia dal 21 giugno 1995. L’ultima partita fra le due squadre si è giocata a Milano nel 2013 ed è finita in parità, così come l’ultima giocata in casa della Germania, nel 2011. Il numero complessivo degli incontri giocati tra le due nazionali è 33, con 15 vittorie dell’Italia e 7 della Germania.

Come sta l’Italia
Sembra abbastanza bene. Giovedì scorso ha giocato la sua prima partita dopo mesi, pareggiando 1 a 1 con la Spagna ma disputando un’ottima gara, probabilmente una delle migliori da quando Conte è diventato allenatore. L’Italia si può definire in una fase di transizione, fase che di solito però combacia con la fine di un torneo — Mondiali o Europei — e non con quella immediatamente prima. Ha probabilmente la rosa con meno qualità degli ultimi anni, né particolarmente giovane né troppo vecchia: l’età media è di circa 27 anni e fra i convocati non c’è nessun giocatore, escluso Buffon, che si possa definire “un campione” compiuto. I migliori giocatori oggi in rosa sono probabilmente Matteo Darmian, terzino del Manchester United, Alessandro Florenzi, della Roma, e Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli.

Il gol di Insigne contro la Spagna

Come ha ammesso lo stesso Conte, al momento ci sono 4-5 squadre più forti dell’Italia (e forse anche qualcuna in più) e cioè Germania, Spagna, Belgio, Francia e Inghilterra. L’Italia si trova appena dietro questo gruppo di favorite, e rispetto agli anni scorsi ha meno giocatori talentuosi e in grado di risolvere la partita con un’iniziativa personale. ESPN, nella sua guida “anticipata” agli Europei, prevede che l’Italia farà bene se riuscirà a trovare una soluzione efficace ai suoi problemi in attacco, anche se non è citata fra le favorite per la vittoria finale. L’amichevole di stasera servirà a capire in che modo la squadra arriverà agli Europei.

Gli unici due esordienti tra i convocati per le partite contro Spagna e Germania sono Jorginho, centrocampista del Napoli di origini brasiliane, e Federico Bernardeschi, attaccante della Fiorentina. Verratti, Barzagli e Immobile hanno dovuto lasciare il ritiro della nazionale per problemi fisici. Al loro posto sono stati convocati Daniele Rugani, giovane difensore della Juventus, e Stefano Okaka, attaccante dell’Anderlecht.

Nella conferenza stampa di ieri, Conte ha detto: «L’ultimo risultato dei nostri avversari (sconfitti in casa dall’Inghilterra) non ci favorisce, troveremo una squadra determinata e concentrata, ma preferisco così, visto che abbiamo deciso di affrontare grandi nazionali proprio per testarci e per capire se potremo contare su giovani che non hanno molta esperienza. Cercheremo di fare la nostra partita con grande rispetto ma senza paura». Questa sera dovrebbero partire titolari alcuni giocatori che hanno giocato meno contro la Spagna.

E la Germania?
Come ci ha abituati ormai da molti anni, la Germania ha una rosa piena di campioni e di ottimi giocatori, sia fra i titolari che fra le riserve, e che giocano per alcune delle squadre più forti d’Europa. Ha però perso in maniera rocambolesca l’ultima partita giocata, contro l’Inghilterra, in casa: è andata in vantaggio con i gol di Toni Kroos e Mario Gomez ma poi, nel secondo tempo, è stata rimontata dall’Inghilterra, che ha segnato tre gol, uno dei quali segnato di tacco con Jamie Vardy, attaccante del Leicester.

Il primo gol della Germania nella partita contro l’Inghilterra

Joachim Low, allenatore della Germania, per le partite contro Inghilterra e Italia ha convocato:

Portieri: Neuer, Leno, Ter Stegen, Trapp
Difensori: Can, Ginter, Hector, Hummels, Mustafi, Rudiger, Rudy, Tah
Centrocampisti: Bellarabi, Draxler, Khedira, Kramer, Kroos, Schweinsteiger, Volland
Attaccanti: Mario Gomez, Gotze, Kruse, Muller, Ozil, Podolski, Reus, Schurrle

Manuel Neuer, uno dei portieri più forti del mondo, è indisponibile e stasera non potrà giocare. L’altro giocatore in dubbio per la condizione fisica è il centrocampista della Juventus Sami Khedira. Per la Germania, un’altra sconfitta sarebbe un piccolo campanello d’allarme in vista degli Europei e potrebbe evidenziare alcuni problemi fatti vedere contro l’Inghilterra. Tuttavia la squadra perde raramente e la partita contro l’Inghilterra potrebbe anche essere stata solo un caso isolato.

Probabili formazioni
Italia (3-4-3) Buffon; Darmian, Bonucci, Acerbi; Florenzi, Montolivo, Thiago Motta, Giaccherini, Bernardeschi, Zaza, Insigne
Germania (4-2-3-1) Ter Stegen; Rudy, Mustafi, Hummels, Hector; Khedira, Kroos; Muller, Ozil, Schurrle; Gotze

Dove vedere la partita
Come tutte le partite della nazionale, la partita contro la Spagna sarà trasmessa in diretta da Rai 1 e da Rai 1 HD, canale 501 del digitale terrestre o in streaming sul sito o dalle applicazioni per dispositivi mobili della Rai.