• Sport
  • giovedì 24 marzo 2016

Perché Johan Cruijff era “Il profeta del Gol”

Per via del fantastico documentario che Sandro Ciotti girò su di lui nel 1976, quando era il più forte del mondo

(STF/AFP/Getty Images)

Johan Cruijff, uno dei più grandi calciatori sempre, è morto a 68 anni giovedì 24 marzo. Nel 1976 Sandro Ciotti, celebre ed esperto giornalista e radiocronista sportivo, diresse un documentario su di lui che venne proiettato nei cinema, Il profeta del gol, con musiche originali composte da Bruno Martino. Cruijff aveva allora 29 anni ed era diventato popolarissimo in tutto il mondo due anni prima, quando l’Olanda di cui era capitano era arrivata in finale ai Mondiali contro la Germania.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.