(GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 15 Marzo 2016

Antonio Conte lascerà la nazionale dopo gli Europei

Lo ha detto il presidente della FIGC Carlo Tavecchio, confermando le voci che circolavano da mesi

(GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

Prima dell’inizio del Consiglio federale di oggi, il presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio Carlo Tavecchio ha detto che Antonio Conte, l’attuale allenatore della nazionale italiana maschile di calcio, lascerà il suo incarico al termine degli Europei in programma dal 10 giugno al 10 luglio. Tavecchio ha detto: «Conte sente il richiamo del campo, la quotidianità dell’allenamento e questo è comprensibile. Abbiamo puntato sempre su di lui, mi ci sento quasi quotidianamente. Faremo le nostre valutazioni con serenità, ora è il momento di prendere atto della decisione di una persona che ha sempre lavorato con impegno e sacrificio e che ha favorito il recupero dell’immagine della Nazionale. Lo ringrazierò sempre per questo».

Nella sua carriera da allenatore, Conte ha allenato Arezzo, Bari, Atalanta, Siena e Juventus: con quest’ultima (con cui giocò anche quand’era calciatore) vinse tre campionati di fila e due Supercoppe italiane. È stato ingaggiato come allenatore della nazionale italiana dopo i fallimentari Mondiali del 2014 al posto di Cesare Prandelli. Insieme all’incarico di allenatore, Conte ricopre anche il ruolo di coordinatore delle squadre giovanili della nazionale, posizione occupata prima di lui da Arrigo Sacchi, e il suo contratto terminerà il 31 luglio 2016. Secondo quanto si legge sui giornali sportivi con sempre maggior insistenza, Conte lascerà la nazionale per diventare il nuovo allenatore della squadra londinese del Chelsea.