(Gian Mattia D'Alberto /LaPresse)
  • Cultura
  • domenica 14 febbraio 2016

Le migliori foto della serata finale di Sanremo

Hanno vinto gli Stadio con "Un giorno mi dirai": seconda è arrivata Francesca Michielin, terzo il duo Giovanni Caccamo e Deborah Iurato

(Gian Mattia D'Alberto /LaPresse)

Il Festival di Sanremo 2016 è stato vinto dagli Stadio – il gruppo pop rock fondato alla fine degli anni Settanta – con la canzone Un giorno mi dirai. Al secondo posto si è classificata Francesca Michielin – la vincitrice della quinta edizione di X Factor – con la canzone Nessun grado di separazione. Al terzo posto sono arrivati Giovanni Caccamo e Deborah Iurato con Via da qui. Caccamo è tornato a Sanremo dopo che nel 2015 vinse nella categoria “Giovani” con la canzone Ritornerò da te, Iurato – che ha vinto la 13esima edizione di Amici di Maria De Filippi – era alla sua prima partecipazione al Festival. Gli Stadio, che esistono dal 1977, hanno vinto anche il Premio della Sala Stampa Radio-tv-web e quello per la Miglior Musica. Il Premio della critica – dedicato a Mia Martini – è invece andato a Patty Pravo, che ha cantato Cieli immensi.

Rai News spiega che gli Stadio avevano provato a partecipare a Sanremo già nel 2015, sempre con la canzone Un giorno mi dirai. La canzone però fu scartata. Curreri ha spiegato: «Il provino non aveva il sound Stadio. Il testo era lo stesso, ma il suono non era costruito come nella versione di quest’anno. Non avevamo un disco pronto e saremmo stati costretti a una compilation. Nel frattempo ha preso forma anche un concept album di inediti. Per noi essere venuti quest’anno è stato veramente importante».

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.