(Paolo Bruno/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 14 Febbraio 2016

Italia-Inghilterra di rugby è finita 9 a 40

La partita del Sei Nazioni si è giocata oggi a Roma: per l'Italia è la seconda sconfitta, dopo quella contro la Francia

(Paolo Bruno/Getty Images)

Aggiornamento: l’Inghilterra ha battuto l’Italia 40 a 9, dopo che il primo tempo era finito 11 a 9. Per l’Italia è la seconda sconfitta in questo Sei Nazioni, dopo quella contro la Francia. L’Italia è rimasta in partita per circa 50 minuti e sul 9 a 11 ha anche sbagliato un calcio di punizione che le avrebbe permesso di andare in vantaggio. Per l’Inghilterra è la seconda vittoria in questo Sei Nazioni, dopo quella di una settimana fa contro la Scozia.

***

Italia-Inghilterra del Sei Nazioni di rugby è iniziata alle 15 a Roma, allo Stadio Olimpico. Sia per l’Italia che per l’Inghilterra è la seconda partita del Sei Nazioni 2016, la 17esima edizione del più importante torneo europeo di rugby. Nella sua prima partita l’Italia ha perso 23 a 21 contro la Francia, giocando una buona partita e restando in vantaggio per molti minuti. L’Inghilterra ha invece vinto 15 a 9 in casa della Scozia. La partita tra Italia e Inghilterra sarà trasmessa su DMAX (canale numero 52 del digitale terrestre e  numero 136 della piattaforma Sky) e su Deejay Tv. Sarà trasmessa anche in streaming, sui siti delle due reti televisive.

Come in ogni altra edizione del Sei Nazioni l’Italia è la più debole tra le nazionali partecipanti: Inghilterra, Francia, Galles, Scozia e Irlanda. Perdere con l’Inghilterra senza troppi punti di divario sarebbe già un buon risultato, anche se una vittoria non è una cosa impossibile. Sul sito di scommesse SNAI una vittoria dell’Italia è data 8 a 1: scommettendo 10 euro se ne vincerebbero 80.

Com’è messa l’Italia?

Prima della partita contro la Francia i giornalisti sportivi erano molto pessimisti sulla nazionale italiana. Ora le cose sono un po’ cambiate. Rispetto al Mondiale di rugby giocato tra settembre e ottobre 2015 – in cui la nazionale italiana vinse solo due partite – l’Italia ha cambiato molti giocatori. Molti dei nuovi hanno giocato bene contro la Francia, nonostante avessero poca esperienza a livello internazionale. Dei 15 giocatori che sono partiti titolari nell’ultima partita solo uno non sarà nella squadra che giocherà contro l’Inghilterra: è l’estremo David Odiete, che si è infortunato è sarà sostituito da Luke McLean, uno dei giocatori con più presenze della nazionale italiana. Parlando della partita contro l’Inghilterra, Sergio Parisse – il capitano e il più forte giocatore della squadra – ha detto: «Loro sono più forti, è vero. Ma noi daremo battaglia. Su ogni punto di incontro. Ogni zolla di terreno. E se negli ultimi 10 minuti saremo ancora in partita, allora potrebbe succedere di tutto».

E l’Inghilterra, come sta?

L’Inghilterra, dopo la disastrosa Coppa del Mondo in cui è stata eliminata alla fase a gironi, ha assunto come nuovo allenatore l’australiano (di origini giapponesi) Eddie Jones, il primo allenatore non inglese della nazionale britannica. Jones viene da una lunga carriera nel rugby ed è un allenatore molto esperto che nell’ultima Coppa del Mondo ha allenato il sorprendente Giappone. Ora l’Inghilterra sembra stare molto meglio: ha vinto la sua prima partita al Sei Nazioni 2016 e se dovesse battere anche l’Italia andrebbe al primo posto in classifica. Dalla sua, l’Inghilterra ha anche i precedenti. Nel 2015 l’Inghilterra ha battuto 47 a 17 l’Italia giocando in casa, e in tutte le 21 occasioni in cui Italia e Inghilterra hanno giocato contro, l’Italia non ha mai vinto. Nel Sei Nazioni 2015 l’Inghilterra ha vinto quattro partite su cinque ed è arrivata al secondo posto dietro l’Irlanda. Al momento l’Inghilterra è la squadra favorita per la vittoria del Sei Nazioni: una sua vittoria vale, sul sito SNAI, due euro per ogni euro scommesso.

Le formazioni ufficiali di Italia-Inghilterra

ITALIA: 15 McLean, 14 Sarto, 13 Campagnaro, 12 Garcia, 11 Bellini, 10 Canna, 9 Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Zanni, 6 Minto, 5 Biagi, 4 Fuser, 3 Cittadini, 2 Gega, 1 Lovotti.

INGHILTERRA: 15 Brown, 14 Watson, 13 Joseph, 12 Farrell, 11 Nowell, 10 Ford, 9 Youngs, 8 Vunipola, 7 Haskell, 6 Robshaw, 5 Kruis, 4 Lawes, 3 Cole, 2 Hartley, 1 Vunipola

Il Sei Nazioni 2016 fino a qui

Nella prima giornata del Sei Nazioni ci sono state due vittorie – quella della Francia e quella dell’Inghilterra  – e un pareggio (sono rari, ma capitano anche nel rugby) tra Galles e Irlanda. Il 13 gennaio si sono giocate le altre due partite della seconda giornata del Sei Nazioni: la Francia ha vinto 10 a 9 contro l’Irlanda e il Galles ha battuto la Scozia 27 a 23. La Francia è quindi l’unica squadra ancora a punteggio pieno (in attesa del risultato di Inghilterra-Italia).

Le regole del rugby e del Sei Nazioni

Ogni squadra gioca cinque partite (due in casa e tre in trasferta, o viceversa) e guadagna due punti per la vittoria e uno per il pareggio: in caso di pari merito in classifica, vince la squadra con la migliore differenza punti complessiva. La squadra che vince tutte e cinque le partite ottiene il Grande Slam. Il cucchiaio di legno, che non è un trofeo vero e proprio ma solo una “tradizione linguistica”, viene assegnato alla squadra che termina il torneo in ultima posizione: la tradizione è stata ereditata dall’ambiente accademico inglese e introdotta nel rugby a partire dall’Ottocento. Il cucchiaio di legno non va confuso con il “cappotto”, che si verifica quando una squadra perde tutte le partite del torneo. Dal 2000, cioè dall’ingresso dell’Italia nella competizione, il torneo è stato vinto cinque volte dalla Francia, quattro volte dall’Inghilterra, quattro volte dal Galles e tre volte dall’Irlanda. L’Italia e la Scozia non l’hanno mai vinto. Qui trovate il calendario completo delle partite.

(Le regole del rugby, in dieci minuti)

Italia-Inghilterra, in tv e in streaming

La partita inizia alle 15: la si può seguire su DMAX, canale numero 52 del digitale terrestre e al numero 136 della piattaforma Sky, e su Deejay Tv. La partita sarà trasmessa anche in streaming gratuito su Dplay (il sito per lo streaming di DMAX) sul sito di Deejay TV e su Eurosport.