• TV
  • venerdì 12 febbraio 2016

I dati Auditel sugli ascolti della terza serata di Sanremo 2016

È stata vista su Raiuno da 10.461.000 di spettatori col 47.8 per cento di share

Secondo i dati Auditel sugli ascolti di Sanremo 2016, la terza serata del Festival – andata in onda giovedì 11 febbraio – è stata vista da 10.461.000 di spettatori col 47.8 per cento di share. Il dato è una media ponderata tra i dati delle due “parti” in cui è stata formalmente divisa la serata di Sanremo: in media 12.033.000 di spettatori hanno visto la prima parte, 45,91 per cento di share, mentre 6.815.000 di spettatori, 57,93 per cento di share, hanno visto la seconda parte. La terza puntata di Sanremo 2016 è andata peggio della terza puntata dell’edizione dello scorso anno, la prima condotta da Carlo Conti, che era stata vista da 10.586.000 spettatori, col 49,51 per cento per cento di share e peggio della seconda puntata di quest’anno, che mercoledì è stata vista da 10.747.000 spettatori, col 49.91 per cento di share.

La serata di ieri a Sanremo è stata la gara delle cover, in cui i 20 concorrenti in gara nella categoria “Campioni” hanno cantato una canzone già edita, cioè già pubblicata in passato, e hanno gareggiato per il premio Sanremo cover, una gara a parte rispetto a quella che finirà sabato con il vincitore di Sanremo e che è stata vinta dagli Stadio con una cover di La Sera Dei Miracoli di Lucio Dalla.

La terza puntata del Festival di Sanremo 2015 era stata vista su Raiuno da 10.586.000 spettatori, col 49,51 per cento per cento di share: la prima parte era stata vista in media da 12.359.000 spettatori (47,8 per cento di share), la seconda da 6.503.000 spettatori (58,1 per cento di share). Negli ultimi dieci anni, la miglior terza puntata in termini di spettatori è stata quella del 2011, condotta da Gianni Morandi, Belén Rodríguez, Elisabetta Canalis, Luca e Paolo, con 12.363.000 spettatori; in termini di share, invece, la miglior terza puntata di Sanremo degli ultimi undici anni è stata quella del 2005 – condotta da Paolo Bonolis con Antonella Clerici e Federica Felini – con il 51,05 per cento (qui i dati storici, anno per anno, dal 1987).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.