(NIGEL TREBLIN/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • lunedì 1 Febbraio 2016

Pep Guardiola sarà il prossimo allenatore del Manchester City

Era già nell'aria da settimane, ora è ufficiale: il suo contratto inizierà a luglio – quando scadrà quello attuale col Bayern Monaco – e durerà tre anni

(NIGEL TREBLIN/AFP/Getty Images)

A partire da luglio Pep Guardiola sarà l’allenatore del Manchester City, una delle più forti e ricche squadre di calcio inglesi. Attualmente Guardiola allena il Bayern Monaco, in Germania, ed è stato uno degli allenatori di maggior successo quando era al Barcellona, squadra con cui ha vinto tutti i titoli possibili. Col Manchester City, che al momento è guidato dal cileno Manuel Pellegrini, firmerà un contratto di tre anni. Già dallo scorso dicembre il Bayern Monaco aveva annunciato che dalla prossima stagione sarebbe stato allenato da Carlo Ancelotti, lasciando di fatto libero Guardiola.

Guardiola è stato assunto dal Bayern Monaco nell’estate del 2013 dopo aver lasciato il Barcellona nel 2012. Poiché nella sua carriera aveva allenato solo il Barcellona, nei primi mesi della sua gestione circolava molto scetticismo su come avrebbe potuto migliorare una squadra già fortissima che la stagione precedente, allenata da Jupp Heynckes, era riuscita a vincere tutto: Bundesliga, Coppa di Lega e Champions League.

La prima stagione in Germania di Guardiola si rivelò un successo. Il Bayern vinse matematicamente il campionato a fine marzo con sette giornate di anticipo e vinse la Coppa di Lega e il Mondiale FIFA per club. In Champions League la squadra venne eliminata alle semifinali dai futuri campioni del Real Madrid con un risultato complessivo di 5 a 0: al termine della doppia sfida contro il Real iniziarono a circolare le prime critiche nei confronti di Guardiola, nonostante avesse vinto praticamente tutto. Nella scorsa stagione il Bayern di Guardiola si confermò essere una delle squadre più forti e meglio organizzate d’Europa, con un sistema di gioco quasi allo stesso livello di Barcellona e Real Madrid. Guardiola riuscì a vincere il secondo campionato di fila ma non la Coppa di Lega. Il percorso in Champions fu simile a quello dell’anno precedente: la squadra arrivò senza il minimo problema ai quarti di finale, dove eliminò il Porto anche dopo la sconfitta per 3 a 1 nell’andata. In semifinale venne eliminata nettamente dal Barcellona, che poi vinse il torneo.

La permanenza di Guardiola al Bayern non è mai stata molto tranquilla e più volte ci sono state polemiche e incomprensioni con la dirigenza e lo staff tecnico. Un anno fa si parlò molto dei cattivi rapporti fra Guardiola e i medici del Bayern quando nella semifinale di Coppa di Germania contro il Bayer Leverkusen Guardiola applaudì sarcasticamente verso qualcuno seduto in panchina: probabilmente un membro dello staff medico. Pochi giorni dopo Hans-Wilhelm Müller-Wohlfahrt, il capo dello staff medico della squadra del Bayern, si dimise con alcuni membri del suo staff in polemica con Guardiola.

Al Manchester City Guardiola ritroverà Ferran Soriano, che dal 2003 al 2008 fu vicepresidente e direttore generale del Barcellona e oggi è il CEO del Manchester City.